Cocaina
Cocaina

Bologna, 14 settembre 2018 – Aveva 66 ovuli pieni di cocaina ed eroina nell'addome. Al riparo dagli sguardi di chiunque, quindi. Non di quelli della polizia, che lo ha arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo, un 28enne nigeriano (M.S.D. le sue iniziali), stava viaggiando su un treno proveniente da Udine. All'altezza della stazione di Bologna, gli agenti della Polfer impegnati in un controllo sono stati insospettiti dal suo nervosismo.

Così lo hanno accompagnato negli uffici per ulteriori accertamenti, e poi in ospedale. L’esame radiologico ha svelato la presenza di numerosi corpi estranei nel suo addome: 66 ovuli termosaldati contenenti 743 grammi di cocaina ed eroina. Inevitabile l’arresto. Al termine delle formalità di rito, il nigeriano è stato rinchiuso nel carcere di Bologna.