L’episodio che convolge il finanziere bolognese è avvenuto a Modena
L’episodio che convolge il finanziere bolognese è avvenuto a Modena

Bologna, 23 gennaio 2019 – «Siamo delle forze dell’ordine, fuori i documenti». Ma, una volta ottenuto il portafogli consegnato dai due stranieri fermati, si sarebbero intascati i soldi. Da qui la rissa. Il problema è che non si trattava di due abili truffatori o ladri esperti: a beccarsi una denuncia per furto in concorso da parte dei carabinieri di Modena sono stati un finanziere di Bologna e un amico di quest’ultimo, noto pregiudicato.

Un episodio dai contorni ancora sfumati quello avvenuto poco dopo la mezzanotte di lunedì a Modena, poco fuori città. Quel che è certo è che i due marocchini hanno denunciato di essere stati derubati dal finanziere dopo quello che sembrava essere un controllo di routine. Eppure il militare non risultava in servizio lunedì notte, così come nelle sue tasche sarebbero state rinvenute poi dai colleghi dell’arma le stesse banconote sottratte agli stranieri.

L’episodio è avvenuto appunto lunedì notte. La pattuglia interviene nei pressi di un negozio etnico dopo la segnalazione di un cittadino che dichiara di aver assistito poco prima ad una rissa tra quattro persone.

I carabinieri individuano i presunti coinvolti, che presentano ferite compatibili con la lite descritta (saranno poi refertati in ospedale). Gli extracomunitari, infatti, avrebbero colpito i due presunti appartenenti alle forze dell’ordine nel tentativo di riprendersi i soldi sottratti dai loro portafogli. A farsi avanti per primi sarebbero stati appunto i due connazionali, che con forza sottolineano di essere appena stati derubati dai due italiani mentre erano intenti ad esibire il permesso di soggiorno, come richiesto. Quando la coppia, da una parte il finanziere dall’altra l’amico pregiudicato, fornisce i documenti, scoppia il caso. Tra le mani, infatti, i militari dell’arma si trovano il tesserino del collega finanziere bolognese che pare aver giustificato la propria presenza parlando, appunto, di un controllo in atto. Fatto sta che tutti e quattro si sono poi rivolti all’ospedale per essere medicati a causa delle lesioni riportate nella rissa. Nei confronti del militare delle fiamme gialle e dell’amico è invece scattata la denuncia per furto in concorso. Sull’episodio sono tuttora in corso accertamenti per ricostruire con esattezza l’accaduto.