Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 mar 2019

Furti Bologna, spaccata da 100mila euro nel negozio di fotografia AdCom

Azione fulminea in via Zanardi. L'amarezza del titolare Enrico Dal Brollo: "C'era un testimone, ma non ha chiamato la polizia"

22 mar 2019
nicoletta tempera
furto  da   adcom  via zanardi  furto  da   adcom  via zanardi nella fotoil responsabile  enrico  del o dal  brollo
Enrico Dal Brollo mostra i danni provocati dai ladri che hanno sfondato la vetrina
furto  da   adcom  via zanardi  furto  da   adcom  via zanardi nella fotoil responsabile  enrico  del o dal  brollo
Enrico Dal Brollo mostra i danni provocati dai ladri che hanno sfondato la vetrina

Bologna, 22 marzo 2019 - “Tra furto e danni qui ci aggiriamo sui 100mila euro... Non è stata una cosa fatta a caso”. Enrico Dal Brollo ne è certo: chi la scorsa notte ha distrutto e svuotato il suo negozio AdCom di via Zanardi sapeva perfettamente come agire e dove trovare ciò che cercava.

“Ci hanno messo esattamente quattro minuti ad aprire (e chiudere) il cancello, entrare con la Peugeot, lanciarla in retromarcia contro la vetrina, svuotare il negozio e scappare. Non è una cosa che si fa senza aver studiato un piano nei minimi dettagli”, racconta il negoziante. L’allarme è scattato alle 5,21. Le telecamere della videosorveglianza dell’attività hanno ripreso tutta la scena: “Si vedono distintamente tre persone in azione che entrano e si dirigono verso la zona dove teniamo le macchine fotografiche professionali e le telecamere in esposizione, all’interno di alcune teche. Hanno preso quello che volevano – ogni macchina può costare anche 10mila euro –, hanno infilato tutto in alcune buste, simili a quelle dell’Ikea, per poi uscire e scappare via. Sarà difficile per loro piazzare la merce: ogni macchina ha un numero di matricola...”. Due dei ladri sono fuggiti a piedi dirigendosi verso il parco che si trova di fronte al negozio; un altro è salito sulla Peugeot bianca, risultata poi rubata.

“Probabilmente avevano un’altra auto parcheggiata vicino”, dice ancora Dal Brollo. Che è amareggiato, oltre che per il pesantissimo furto, anche per l’indifferenza di chi, pur avendo visto i ladri in azione, non ha chiamato la polizia: “C’era un testimone, che ha sentito il botto e visto la banda andarsene con la merce... Ma non ha minimamente pensato ad allertare le forze dell’ordine subito”.

Che sono arrivate solo ieri mattina, quando Dal Brollo, avvertito da un cliente, ha scoperto del furto. Sul posto è arrivata la polizia con la Scientifica, che ha già acquisito i video e “repertato delle impronte, lasciate dai ladri sui vetri”, spiega il negoziante. Meno di un mese fa, un furto fotocopia era stato messo a segno nel negozio di fotografia ‘Il FotoAmatore’ di via Stalingrado. In quella circostanza, però, sul posto era intervenuta la vigilanza La Patria e la polizia era riuscita ad arrestare uno dei ladri, un moldavo: la banda era finita fuori strada durante la fuga. Era stata anche recuperata la refurtiva, pari a 50mila euro di merce. Il sospetto è che si tratti di un’unica banda dedita ai furti su commissione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?