Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 giu 2022

Il precedente: il regolamento acustico di Merola

Il provvedimento del 2013: stop ai concerti e agli eventi all’aperto fino a tarda sera

16 giu 2022
L’ex sindaco Virginio Merola
L’ex sindaco Virginio Merola
L’ex sindaco Virginio Merola
L’ex sindaco Virginio Merola
L’ex sindaco Virginio Merola
L’ex sindaco Virginio Merola

Era il 2013 quando l’allora sindaco Virginio Merola, al primo mandato, approvò il regolamento acustico che stabilì regole valide per tutta la città riguardo manifestazioni e concerti all’aperto, per quell’estate.

Nello specifico, fu vietata la diffusione di musica in tutti i dehors, perché già il vociare supera i 65 decibel (limite massimo consentito); tutti i concerti avevano l’obbligo di terminare entro le 23.30, con qualche caso particolare che doveva riporre gli strumenti già alle 23; obbligo di chiusura all’una di notte per i dj set di vicolo Bolognetti, a mezzanotte per il Cavaticcio. Per quanto riguarda i concerti, erano concessi 15 giorni di eventi di questo tipo l’anno al Parco Nord, sette allo stadio Dall’Ara, 25 al Paladozza di piazza Azzarita, tra gli altri. Furono vietati i concerti in piazza Verdi, ammesse solo le ’schitarrate’ con strumenti acustici.

L’assessore promotore del regolamento – che fu richiesto a gran voce dai comitati dei residenti, ma fu molto contestato dagli addetti del settore e dai commercianti – era l’allora responsabile alla Cultura Alberto Ronchi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?