Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Maggio, tra mostre e giardini

nicoletta
Cronaca

Nicoletta

Barberini Mengoli

E il naufragar m’è dolce in questo mare. Così Giacomo Leopardi scriveva nell’ultimo verso de L’Infinito, che compie 203 anni e che, oltre a essere bellissima, ritrae perfettamente uno stato d’animo dell’Uomo. Se attualizziamo questo verso e lo usiamo per il momento particolare in cui viviamo, si può dire che è dolce naufragare nel mare della cultura. Infatti è ‘un mare’ di eventi che vengono organizzati e proposti al pubblico da maggio in avanti, perché siamo meno incatenati dalle restrizioni del Covid. La cultura ancora una volta aiuta a impegnare il cervello in cose interessanti e intellettuali, per momentaneamente dimenticare i problemi della vita quotidiana. D’altra parte è stato così anche nel passato, essa ha sempre rappresentato una valida ancora di salvezza. Ma passiamo a un cenno dei tantissimi eventi. Art City, dal 7 maggio, dominerà la città con le mostre organizzate nelle Gallerie bolognesi. Una, di Andreas Angelidakis, è già stata inaugurata nei sotterranei cinquecenteschi di Palazzo Bentivoglio, e anche quella dell’artista Sissi al Laboratorio degli Angeli. Arte Fiera riapre le porte dal 13 al 15 maggio, animata da uno spirito consapevole di essere una manifestazione di riferimento per le Gallerie italiane e internazionali. Non è arte, ma anche i fiori e gli arredi da giardino vogliono la loro parte di attenzione, e quindi questa passione si potrà esaudire da domani all’8 visitando ai Giardini Margherita ‘Giardini & Terrazzi’; o anche, dal 27 al 29 maggio, ‘Peonia in Bloom’ in via Della Braina, dove si verrà coinvolti dal profumo delle peonie e non solo. In Pinacoteca oggi, il 19, e il 26, sempre alle 17 in aula Gnudi, sono state organizzate conferenze interessantissime che avranno come tema principale l’esposizione nel Museo della Sibilla Cumana del Domenichino, prestata dalla Galleria Borghese di Roma. L’11 si inaugura al Fondantico di Tiziana Sassoli la mostra ‘Lorenzo Cerregato (1933 – 2020). Maestro dell’affresco’. È invece già stata inaugurata da tempo la mostra a Palazzo Fava ‘La quadreria del Castello. Pittura emiliana nella Collezione di Michelangelo Poletti’.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?