Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 gen 2020

Bologna, molestata nell’androne di casa. Salvata dai vicini

L’uomo, 35 anni, l’aveva seguita e poi si era spogliato: denunciato per molestie e sanzionato per ubriachezza

12 gen 2020
federica orlandi
CESANO BOSCONE - ARCHIVIO - STALKING - VIOLENZA DONNE - FOTO CANALI/NEWPRESS - PER REDAZIONE SUD MILANO/METROPOLI - CERRI/PINCIONI/STIMOLO
Violenza sulle donne (foto di repertorio)
CESANO BOSCONE - ARCHIVIO - STALKING - VIOLENZA DONNE - FOTO CANALI/NEWPRESS - PER REDAZIONE SUD MILANO/METROPOLI - CERRI/PINCIONI/STIMOLO
Violenza sulle donne (foto di repertorio)

Bologna, 13 gennaio 2020 - L’ha seguita nell’androne del palazzo in cui abita, con la scusa di dovere entrare per fare visita ad alcuni amici. E invece ha cominciato a seguirla lungo le scale per poi, in evidente stato di ebbrezza, calarsi i pantaloni e continuare a seguirla mezzo nudo. E a quel punto lei, spaventata, ha chiesto aiuto ad alcuni vicini di casa, mentre lui, che stentava a reggersi in piedi, la pregava di non arrabbiarsi. E l’hanno trovato così, chiaramente ubriaco e ancora con i pantaloni calati, i poliziotti contattati subito dai vicini della signora.

È successo sabato attorno a mezzogiorno in via Andreini, in zona San Donato. L’uomo, un marocchino di 35 anni già finito nei guai in precedenza per resistenza a pubblico ufficiale, furto, rissa e percosse, e attualmente con a proprio carico una misura di affidamento in prova ai servizi sociali, è stato denunciato dalla polizia per violazione di domicilio e molestie, e pure sanzionato per ubriachezza molesta e atti contrari alla pubblica decenza. Al loro arrivo in via Andreini, infatti, gli agenti hanno immediatamente notato l’uomo seduto vicino all’ingresso del condominio, con i pantaloni calati. Infatti, oltre alla telefonata dei vicini della signora seguita fino al primo piano del condominio, anche altri passanti, notato l’uomo nudo, avevano contattato il 113.

Alla vista dell’auto della polizia che si avvicinava, il marocchino aveva tentato di alzarsi e rivestirsi in fretta fingendo indifferenza, poi, una volta identificato, ha tentato in un primo momento di negare di essersi mai spogliato, nonostante gli agenti lo avessero visto con i loro occhi una volta arrivati sul posto. Poi, di fronte all’evidenza, ha confermato la dinamica dei fatti accaduti, dicendo però di non avere avuto intenzione di molestare la donna. La giustificazione non gli ha risparmiato la denuncia, mentre l’alito dal forte odore alcolico e l’evidente difficoltà a esprimersi e a stare in piedi hanno immediatamente rivelato alle forze dell’ordine anche il suo stato di ebbrezza, da cui è conseguita la sanzione.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?