Molte conferme e qualche sorpresa nella classifica degli istituti bolognesi
Molte conferme e qualche sorpresa nella classifica degli istituti bolognesi

Bologna, 8 novembre 2018 – La sorpresa: lo scientifico internazionale del Galvani è al top nel portare i suoi studenti all’università. Surclassa Righi, Fermi, Copernico e Sabin. Nessuna novità sul versante classico: il Minghetti si tiene stretto l’alloro e costringe i cugini del Galvani a inseguire anche quest’anno. La graduatoria delle superiori che forniscono la migliore cassetta degli attrezzi per l’università è stilata dalla Fondazione Agnelli, con Eduscopio 2018. Indagine che ogni anno piomba in periodo di open day, a iscrizioni in corso, suscitando perplessità tra gli addetti ai lavori. Novità rilevante del 2018 – che analizza i dati dei maturi sul triennio 2012-’15 – è la percentuale di diplomati in regola: indica quanti studenti sono arrivati senza bocciature alla maturità. Punto focale è l’indice Fga, che pesa al 50% velocità nel percorso di studi (percentuale di crediti universitari ottenuti) e qualità negli apprendimenti universitari (media voti/esami). In www.eduscopio.it, già detto dei classici, troviamo il blocco degli scientifici. Sul primo gradino, il Galvani: l’anno scorso era al secondo posto ora occupato dal Copernico, ex numero uno. In via Castiglione, il 71,8% di liceali supera indenne il quinquennio, mentre in via Garavaglia la percentuale veleggia sul 78,3%. È di una incollatura il divario Fga: 83,2 contro l’82,06 del Copernico.

EDUSCOPIO_34842386_174820

Invariati terzo e quarto: Fermi e Righi. Il primo con il 69,6% di promossi, il secondo con 65,4% (Fga: 79,74 a 78,61). Cambio al quinto gradino: il Malpighi (Fga 76,52 e 60,6% di promossi) scivola di una posizione, mentre il Keynes (Fga 77,03 e 57,1%) ne guadagna due: è quinto. Scala dal sesto al settimo il Da Vinci (Fga 72,52 e 69,9% di promossi). Tutto fermo dall’ottavo in poi: Giordano Bruno, Mattei, Sabin e Maestre Pie.

Tre gli scientifici in scienze applicate analizzati: Copernico, Manzoni e Majorana (anno base 2014-2015). Scienze umane e scienze umane socio-economico sono spacchettate. Nel primo caso, come nel 2017, Da Vinci, Mattei, Sabin e ultimo Laura Bassi (da cui tutto è cominciato). Nel secondo (si parte dal 2014-2015): Da Vinci, Sabin, Laura Bassi e Mattei. Nessuna sorpresa fra i linguistici: Al top, Da Vinci, poi Copernico, Galvani, Malpighi, Laura Bassi, Boldrini e San Luigi. Unico artistico: l’Arcangeli (50,6% di promossi).

LEGGI ANCHE Emilia Romagna, la classifica delle superiori

È tutto un sali e scendi, invece, la classifica dei tecnici a indirizzo economico analizzati da Eduscopio, che si è focalizzato sulla capacità di questi istituti di preparare gli studenti al mondo del lavoro. Invariata, invece, la situazione tra i tecnici a indirizzo tecnologico. Tra i tecnici a indirizzo economico, Salvemini e Mattei invertono le posizioni dell’anno scorso. E così, quest’anno, al top troviamo il Mattei (Fga 56,77 e 53,7% di promossi) che guadagna così un’incollatura, superando il Salvemini (Fga 56,1 e 51,2% promossi) scivolato al secondo posto. Il Luxemburg (Fga 51,17 e 47,1% promossi) rimonta di due posizione e dal quinto sale al terzo. Guadagna due posizioni, dal sesto al quarto, anche il Keynes (Fga 51 e 47,6% di promossi). Scende di un gradino, dal quarto al quinto, il Tanari (la parte tecnica dell’Iis Manfredi-Tanari – Fga 50 e 53,8% di promossi).

Chiude l’Iis Pier Crescenzi Pacinotti (per la quota ragionieri – Fga 48 e 59,2% promossi) che perde ben tre posti: dal terzo al sesto. Molto particolare la tabella dei tecnici a indirizzo tecnologico, dove si mettono insieme scuole con identità e offerta formativa che nulla hanno in comune: l’Iis Pier Crescenzi Pacinotti (indirizzo geometri - Fga 61,21 e 38,5% promossi) surclassa addirittura l’Iis Belluzzi Fioravanti (Fga 61,21 e 38,5% di promossi), regno della cultura tecnica. Chiude l’Iis Serpieri (agrario) con Fga 51,6 e 51,8% di promozioni senza ostacoli nel quinquennio. Non pervenuti gli altri tecnici tecnologici: Aldini Valeriani, Salesiani, Majorana, Mattei, Keynes o l Bruno.