Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
5 mag 2022

Valentino Corvino e la passione per la musica "Voglio avvicinare i giovani all’opera lirica"

Il violinista e musicista racconta ai ragazzi il suo percorso di studi e il lavoro che svolge

5 mag 2022

Abbiamo intervistato Valentino Corvino, titolare dell’Ufficio Servizi Musicali per il Territorio della Fondazione Teatro Comunale.

Qual è il suo ruolo all’interno del teatro comunale?

"Mi occupo di formazione e divulgazione delle attività del teatro per il pubblico e per gli studenti. Cerco di avvicinare il maggior numero di persone all’opera, a partire dai più giovani. Il mio compito è quello di rivolgermi a chi non si è mai avvicinato all’opera lirica. Posso dire di essere un divulgatore di bellezza".

L’opera lirica non è solo per ’intenditori’?

"No, anzi! Qualche decennio fa l’opera lirica era arte popolare; nell’Ottocento il popolo conosceva le arie di Verdi e le cantava. La potenza della musica è di arrivare a tutti".

Lei è un musicista?

"Suono il violino da quando avevo dieci anni e sono diplomato anche nella viola. A 26 anni sono entrato a far parte dell’orchestra del Teatro Comunale e ne sono stato direttore. Ho scritto le musiche per il docu-film ’È stato morto un ragazzo’ di Filippo Vendemmiati, che ha vinto il David di Donatello 2011".

Noi frequentiamo un indirizzo musicale. Che consiglio vuole darci?

"Se sarete o meno i musicisti nella vita, sappiate dare tanto amore e dedizione alla musica, perché vi restituirà solo bellezza e vi aiuterà a vivere meglio. La musica ha bisogno di passione e allenamento quotidiano: un musicista è come un atleta. Chissà, un giorno qualcuno di voi potrà sedere nella ’buca dell’orchestra’ del Teatro Comunale".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?