Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 apr 2017

‘Toz’, 6600 km in Canada con bici e chitarra

Il cantautore bolognese Antonio Piretti partirà per un viaggio su due ruote con cui attraverserà il paese da costa a costa

22 apr 2017
francesco moroni
(DIRE) Bologna, 22 apr. - Nei tre eventi piu' importanti (a Vancouver il 27/4, Toronto il 10/6 e Halifax il 6/7) si raccoglieranno fondi a scopo benefico attraverso la fondazione Art takes action for charity. Antonio terra' un diario (lo sta gia' scrivendo, e' online sul suo sito) e documentera' i suoi spostamenti con fotografie su Instagram e Facebook. Sul suo sito web, intanto, e' aperta la sfida per trovare nuovi sponsor e sostenitori per le spese di questo 'folle' viaggio, ma anche compagni di avventura, perche' chiunque voglia affiancarlo e pedalare con lui a contatto con la natura e' benvenuto. Al momento, tra gli sponsor, Antonio ha trovato chi in Canada gli ha fornito il camper a un prezzo scontatissimo e ha ricevuto una chitarra nuova di zecca dalla storica casa di produzione italiana Eko, a riprova che anche dall'Italia c'e' chi crede nel suo progetto. Gli hanno inviato anche abbigliamento tecnico da bici, occhiali da sole e bevande energetiche. Lui, dal canto suo, ha prodotto alcuni gadget (tra cui magliette e medagliette).     La sfida e' ambiziosa e tutta da seguire. Intanto, una piccola grande vittoria e' gia' arrivata: il numero di maggio della rivista 'Canadian immigrant' racconta la sua storia. È la rivista dedicata agli immigrati in Canada e raccoglie le storie originali di chi ce l'ha fatta. 'Quando arrivai in aereoporto a Toronto per la prima volta da 'immigrato', oltre ad una lunga trafila di documenti e controlli- racconta Antonio- mi diedero anche un kit di libri e opuscoli tra cui la rivista 'Canadian Immigrant'.. dove si possono leggere le migliori imprese degli immigrati canadesi, le loro carriere, vedere le loro foto'. Era il 14 giugno 2009. 'Mentre lo guardavo per la prima volta mi sono detto 'Un giorno ci saro' anch'io qui'. E dopo tanti sacrifici, quel giorno e' arrivato.   (Pir/ Dire) 11:08 22-04-1
Antonio Piretti, 'Toz' (Foto Dire)
(DIRE) Bologna, 22 apr. - Nei tre eventi piu' importanti (a Vancouver il 27/4, Toronto il 10/6 e Halifax il 6/7) si raccoglieranno fondi a scopo benefico attraverso la fondazione Art takes action for charity. Antonio terra' un diario (lo sta gia' scrivendo, e' online sul suo sito) e documentera' i suoi spostamenti con fotografie su Instagram e Facebook. Sul suo sito web, intanto, e' aperta la sfida per trovare nuovi sponsor e sostenitori per le spese di questo 'folle' viaggio, ma anche compagni di avventura, perche' chiunque voglia affiancarlo e pedalare con lui a contatto con la natura e' benvenuto. Al momento, tra gli sponsor, Antonio ha trovato chi in Canada gli ha fornito il camper a un prezzo scontatissimo e ha ricevuto una chitarra nuova di zecca dalla storica casa di produzione italiana Eko, a riprova che anche dall'Italia c'e' chi crede nel suo progetto. Gli hanno inviato anche abbigliamento tecnico da bici, occhiali da sole e bevande energetiche. Lui, dal canto suo, ha prodotto alcuni gadget (tra cui magliette e medagliette).     La sfida e' ambiziosa e tutta da seguire. Intanto, una piccola grande vittoria e' gia' arrivata: il numero di maggio della rivista 'Canadian immigrant' racconta la sua storia. È la rivista dedicata agli immigrati in Canada e raccoglie le storie originali di chi ce l'ha fatta. 'Quando arrivai in aereoporto a Toronto per la prima volta da 'immigrato', oltre ad una lunga trafila di documenti e controlli- racconta Antonio- mi diedero anche un kit di libri e opuscoli tra cui la rivista 'Canadian Immigrant'.. dove si possono leggere le migliori imprese degli immigrati canadesi, le loro carriere, vedere le loro foto'. Era il 14 giugno 2009. 'Mentre lo guardavo per la prima volta mi sono detto 'Un giorno ci saro' anch'io qui'. E dopo tanti sacrifici, quel giorno e' arrivato.   (Pir/ Dire) 11:08 22-04-1
Antonio Piretti, 'Toz' (Foto Dire)

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?