Il logo di Made in Bo 2015

Bologna, 13 novembre 2015 - Come sfruttare le opportunità della tecnologia e dei social network per sviluppare servizi, prodotti e azioni utili al welfare e al benessere sociale. Lo hanno spiegato le aziende protagoniste del recente incontro “Tra business e sociale: nel nuovo MadeInBo come lavorare e comunicare con le nuove tecnologie” nell’ambito della manifestazione Made in Bo (segui il nostro speciale) organizzata da Cna giovani imprenditori Bologna. 

Liberex, la moneta che sta conquistando l’Italia: in Emilia Romagna il circuito conta già un centinaio di imprese. E a beneficiarne è anche il welfare aziendale. tuOtempO, la sanità a misura di cittadino:  il primo CRM nato per integrare tutti i servizi online e mobile e rendere più semplice e immediata la relazione tra strutture sanitarie e pazienti. mHealth Technologies, l’allenatore virtuale che aiuta i malati: Gait Tutor rileva e monitora i movimenti attraverso dei sensori e una app e fornisce un tutoraggio costante alle persone con disabilità motoria. Studio Elica, la ceramica solidale: col brand Raplò sostengono associazioni che si occupano dei paesi in via di sviluppo e persone con problemi psichiatrici.

Come per le puntate precedenti, le imprese giovani che si sono presentate negli incontri verranno poi votate a suon di «like» sulla Fanpage di Giovani Imprenditori Cna Bologna, e le più votate saranno selezionate per il riconoscimento Giovani Imprese 2015.