Empoli-Bologna (Ansa)
Empoli-Bologna (Ansa)

Bologna, 9 dicembre 2018 –  Il Bologna crolla anche al Castellani. Ad Empoli, in una sfida che valeva doppio in ottica salvezza, i rossoblù di Inzaghi cadono sotto i colpi di Caputo e La Gumina, cinici e precisi sotto porta. A nulla serve il gol di Poli, che aveva momentaneamente portato al pareggio: la panchina di Inzaghi ora traballa pericolosamente mentre le avversarie si allontanano dai felsinei in classifica. Dopo la sconfitta di oggi la situazione del Bologna peggiora e non di poco, con la dirigenza chiamata a prendere una decisione per evitare una clamorosa retrocessione. 

AGGIORNAMENTO Inzaghi rischia

Inzaghi sceglie il 3-5-2 con Orsolini mezzala e Santander-Palacio tandem d’attacco. Al posto dello squalificato Calabresi c’è Gonzalez, che fa reparto con Danilo ed Helander. Fiducia a Nagy dopo la buona prova contro il Crotone in Coppa Italia, Krejci ha la meglio su Dijks sull’out mancino. 

Per l’Empoli di Iachini stesso modulo, con l’ex Maietta in difesa e la coppia Caputo-La Gumina in avanti. A centrocampo Krunic, Bennacer e Traorè, con Zajc che parte inizialmente dalla panchina. 

Dopo il minuto di silenzio osservato in memoria di Gigi Radice, allenatore, tra le altre, anche dei felsinei, il match dal quale passa una buona fetta di salvezza di entrambe le squadre. 

Parte bene il Bologna ma, al decimo minuto, sono i padroni di casa a trovare il vantaggio alla prima occasione utile: bellissimo triangolo tra La Gumina e Caputo, con il pallone del giovane attaccante che trova il compagno di reparto dentro l’area. A quel punto Caputo non deve fare altro che colpire forte e trafiggere Skorupski, che in questa occasione non poteva fare granchè; nell’occasione male Gonzalez, che non ha saputo leggere la traiettoria dell’assist di La Gumina. 

Il Bologna prova a trovare subito il pareggio dopo quattro minuti: azione insistita dei rossoblù, che riescono a liberare Krejcì per il cross; il pallone dell’esterno trova in tuffo Palacio che, di testa, non riesce ad inquadrare la porta. A metà primo tempo arriva la prima ammonizione di giornata: Poli entra in area e, dopo un leggero contatto con Di Lorenzo, cade in terra. Per Valeri è simulazione, con conseguente cartellino giallo per il capitano del Bologna. 

Al 28’ Orsolini riceve sulla destra e mette in mezzo un pallone tagliato col sinistro che la difesa dell’Empoli non riesce a leggere: la sfera passa a pochi centimetri da Santander e Danilo, senza che nessuno dei due riesca ad intervenire in scivolata. Due minuti più tardi bello schema da calcio piazzato per i rossoblù, con il pallone che arriva a Danilo: in questo caso bravo Maietta ad anticipare di testa il centrale brasiliano, pronto a colpire a botta sicura. Si ripete poco dopo Orsolini che, imbeccato da Krejcì, non riesce ad inquadrare la porta, colpendo male il pallone. 

Al 39’ si fa vedere anche Nagy, fin qui abbastanza in ombra, con una potente conclusione di destro da fuori area che Provedel riesce a bloccare senza eccessivi sforzi. Al 41’ arriva il pareggio rossoblù, dopo un paio di azioni potenzialmente pericolose: Palacio sfonda di prepotenza in area di rigore lasciandosi alle spalle più di un avversario, spedendo un pallone pericoloso in mezzo all’area dove arriva, indisturbato, Andrea Poli, bravo a spedire in rete da pochi centimetri. Secondo gol consecutivo per Poli dopo la rete arrivata nel nubifragio calcistico di Marassi. 

A primo tempo oramai finito, Valeri decide di andare a visionare il VAR per giudicare un contatto dubbio tra Krejcì e Krunic in area di rigore bolognese: dopo una rapida occhiata allo schermo, l’arbitro decide di far proseguire, non giudicando falloso il contrasto fortuito tra i due. 

La ripresa si apre con gli stessi 22 in campo, anche alla luce del discreto primo tempo disputato da entrambe le squadre. Dopo 3 minuti è Caputo che prova ad impensierire Skoruspki: il tiro da distanza ravvicinata dell’attaccante non sorprende il portiere polacco. Gli risponde Santander, nel primo tempo un po’ in ombra, con un colpo di testa dopo una grande azione di Mattiello sulla fascia: pallone che è facile preda di Provedel. 

Inzaghi prova a svoltare la gara inserendo, a metà ripresa, Svanberg per Poli, autore di un primo tempo di quantità e qualità. Sono però i padroni di casa ad andare vicinissimi al vantaggio: punizione battuta da Pasqual sulla quale Skorupski interviene male. Il pallone finisce sui piedi di Veseli che, da buona posizione, spreca una grande chance per i suoi. Torna a farsi vedere al 33’ della ripresa Santander, sempre con un colpo di testa, ma la sua conclusione non è abbastanza angolata. A dieci dal termine doccia fredda per il Bologna: cross dalla destra per Zajc che si inserisce a fari spenti da dietro; il tiro del centrocampista colpisce La Gumina che, da due passi, riesce a controllare e a girarsi per freddare Skorupski. Difesa dei rossoblù ancora distratta e incapace di allontanare il pericolo. 

Inzaghi prova a rispondere inserendo Falcinelli per Gonzalez, aumentando il peso offensivo dei suoi. L’occasionissima per pareggiare arriva sulla testa di Svanberg che, in tuffo, non inquadra lo specchio a cinque minuti dal termine. L’ultima occasione è di Santander che, approfittando del forcing finale dei felsinei, va vicino al gol con una conclusione di sinistro da calcio d’angolo che trova una deviazione sfortunata, finendo poi in corner. Gli ultimi minuti sono caratterizzati da una confusione incredibile in area toscana, senza che il Bologna riesca però a pareggiare. 

Il tabellino della gara 

Empoli-Bologna 2-1
Empoli (3-5-2): Provedel; Veseli, Silvestre, Maietta; Di Lorenzo, Krunic, Bennacer, Traorè (10’ st Zajc), Pasqual (30’ st Untersee); La Gumina (37’ st Acquah), Caputo. A disposizione: Terracciano, Brighi, Mchelidze, Rodriguez, Capezzi, Marcjanik, Rasmussen, Ucan, Mraz. All: G. Iachini 
Bologna (3-5-2): Skorupski; Gonzalez (36’ st Falcinelli), Danilo, Helander; Mattiello, Orsolini (25’ st Dzemaili), Nagy, Poli (22’ st Svanberg), Krejcì; Santander, Palacio. A disposizione: Da Costa, Santurro, De Maio, Pulgar, Paz, Mbaye, Destro, Okwonkwo, Dijks. All: F. Inzaghi. 
Arbitro: Valeri di Roma. 
Reti: 10’ pt Caputo (E), 41’ pt Poli (B), 35’ st La Gumina (E) 
Note: Ammoniti: Poli (B), Veseli (E), Capezzi (E) (non dal campo), Dzemaili (B). Recupero: 2’ pt, 4’ st.