Palacio festeggia il gol assieme ai compagni
Palacio festeggia il gol assieme ai compagni

Bologna, 2 maggio 2021 - Partita pazza al Dall’Ara: nel 150° derby dell’Appennino a vincere è lo spettacolo, con Bologna e Fiorentina che pareggiano per 3 a 3 al termine di 90 e più minuti caratterizzati da un’intensità altissima.

A decidere, oltre alla rete di Bonaventura e alla doppietta di Vlahovic, la tripletta di Palacio, il giocatore più anziano a segnare tre reti nella stessa partita in Serie A, bravo ad approfittare per tre volte delle magnifiche assistenze di Vignato, che dopo 20’ di ombre è salito alla ribalta concludendo la gara con tre assist all’attivo.

La salvezza, per il Bologna, ancora non è matematica, ma nel ventoso pomeriggio del Dall’Ara le questioni di classifica sono passate in secondo piano: un 3 a 3 divertente, caratterizzato da errori e da giocate illuminanti.

Dopo il pareggio di questo pomeriggio, i rossoblù di Mihajlovic osserveranno due giorni di riposo prima di tornare in campo mercoledì, a Casteldebole, per la seduta che avvicina il Bologna all'impegno di Udine, in programma sabato pomeriggio, con Mihajlovic che vuole chiudere la questione relativa alla salvezza.

Serie A, gli altri risultati e la classifica: l'Inter vince lo scudetto

Le formazioni

A causa delle assenze, tante, a cui deve fare fronte Sinisa Mihajlovic, ecco che nell’11 di partenza trovano spazio, nel 4-2-3-1 disegnato dal tecnico serbo, Vignato e Orsolini, il primo alle spalle di Palacio, il secondo come esterno sulla destra. In difesa, insieme a Danilo e Soumaoro, ritorna Tomiyasu, con De Silvestri largo a sinistra. Nella Fiorentina parte dall’inizio l’ex Pulgar, mentre sulle corsie esterne ecco Venuti e Biraghi. Davanti, nessun dubbio; Ribery fa coppia con Vlahovic.

La partita

La lunga fase di studio si spezza solamente al 20’, dopo tanti duelli in mezzo al campo: Pulgar tenta la conclusione da fuori, sul tiro, in area, c’è Soumaoro, che viene colpito sul braccio con Dionisi che spedisce la Fiorentina sul dischetto, ammonendo il franco-maliano.

Dagli undici metri va Vlahovic, che non sbaglia e porta avanti i suoi. Al 30’ altro pericolo per il Bologna, con Biraghi che da corner pennella per Pezzella: palla alta, ma buona occasione. E a gol sbagliato segue, quasi per natura, gol subito: Vignato si fa dare palla, elude il pressing di Bonaventura e imbuca, in maniera perfetta, per Palacio, che supera Venuti e imbuca Dragowski.

Vignato torna in cattedra cinque minuti, e questa volta pennella per Barrow, col gambiano che, questa volta, non riesce a replicare Palacio, vedendosi murata la conclusione da Dragowski. Primo tempo in archivio, con due giri di lancette extra, con il tentativo di destro di Bonaventura, che sfiora la traversa.

Ripresa al via con gli stessi ritmi, alti, che hanno caratterizzato la prima frazione di gioco: rischia il Bologna al 14’, quando sul cross di Amrabat l’intervento di Danilo, in calcio d’angolo, poteva rivelarsi fatale per Skorupski. Decisiva, invece, la zampata di Bonaventura al 19’ quando l’ex Milan, inseritosi centralmente, trasforma in gol il cross preciso di Venuti, superando la marcatura di Svanberg.

Tutto finito? Macchè. Torna in cattedra Palacio che, a 19’ dalla fine, raccoglie il secondo cioccolatino di giornata di Vignato per anticipare Pezzella e siglare il pareggio. Ma la squadra di Mihajlovic ha poco da festeggiare: due minuti dopo il corner di Pulgar arriva sul piede di Vlahovic che, approfittando di un’incomprensione tra Skorupski e Soumaoro, è attento sul secondo palo a segnare la sua doppietta.

Mihajlovic inserisce anche Skov Olsen per Tomiyasu, aumentando il peso offensivo dei suoi. E aumenta: Vignato affila i coltelli e imbuca per la terza volta in questo pomeriggio per Palacio, che col destro batte Dragowski e, ancora una volta, riporta i suoi sul pareggio. Nel finale Vlahovic sbaglia la scelta, con l’appoggio per Kouamè che non arriva: 3 a 3 sul triplice fischio di Dionisi.

Tabellino: Bologna Fiorentina 3-3

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu (31’ st Skov Olsen), Danilo, Soumaoro, De Silvestri; Svanberg, Soriano; Orsolini, Vignato (45’ st Juwara), Barrow; Palacio. Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Da Costa, Ravaglia, Amey, Mbaye, Antov, Faragò, Poli, Baldursson, Urbanski, Rabbi.
Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Bonaventura (38’ st Castrovilli), Pulgar, Amrabat, Biraghi (23’ st Igor); Vlahovic, Ribery (32’ st Kouamè). Allenatore: Iachini. A disposizione: Terracciano, Rosati, Martinez, Olivera, Malcuit, Barreca, Callejon, Montiel, Eysseric.
Reti: 22’ pt rig. Vlahovic (F), 31’ pt Palacio (B), 19’ pt Bonaventura (F), 26’ st Palacio (B), 29’ st Vlahovic (F), 39’ st Palacio (B)
Ammoniti: 20’ pt Soumaoro (B), 2’ st Svanberg (B), 30’ st Milenkovic (F), 34’ st Igor (F)
Note: recupero 2’ pt e 4’ st.
Arbitro: Dionisi de L’Aquila.




 

Rivivi la cronaca in diretta