Il gol dell'Udinese firmato Okaka (LaPresse)
Il gol dell'Udinese firmato Okaka (LaPresse)

Udine, 29 settembre 2019 – Seconda sconfitta stagionale per il Bologna che, dopo il ko di una settimana fa contro la Roma, cade anche ad Udine (foto), con i padroni di casa che passano nel primo tempo grazie ad Okaka e gestiscono il vantaggio fino alla fine. Partita spigolosa e mal gestita da Giua quella di questo pomeriggio, spesso indeciso e decisivo in alcune scelte arbitrali - gestione dei cartellini in primis - che avrebbero potuto indirizzare diversamente il match; ma niente alibi, di fronte alla sterilità offensiva rossoblù.

false

Bologna mai realmente pericoloso dalle parti di Musso e fragile difensivamente, ancora una volta, sui palloni alti, vero e prorpio tallone d’Achille dei rossoblù in questo avvio di stagione. Otto punti erano e otto rimangono prima della gara della Dacia Arena, con la prossima gara, quella interna contro la Lazio, che anticiperà la sosta per le Nazionali; per i rossoblù, in ogni caso, un solo punto conquistato nelle ultime tre uscite, con l'espulsione di Soriano a gara terminata che rischia di complicare il prossimo appuntamento.

“Il Guerriero Sinisa vincerà la sua battaglia”: si apre con lo striscione dei tifosi friulani a sostegno di Mihajlovic il match, con i padroni di casa che, con Nestorovski, impegnano all’8’ Skorupski, chiamando il portiere polacco all’intervento in tuffo su colpo di testa. 20 minuti dopo Okaka non spreca la chance: cross di Larsen, inzuccata vincente del ‘7’ e vantaggio friulano, con la difesa del Bologna in netta difficoltà.

Poche le reali occasioni avute dal Bologna in un primo tempo caratterizzato da molta fisicità e tanti contrasti con il solo Orsolini leggermente più ‘acceso’. Orsolini che, passati nove minuti nella ripresa, lascia il posto in campo a Skov Olsen, mentre Palacio rileva uno spento Sansone qualche istante dopo: ed è proprio il talento danese che, al quarto d’ora, getta via l’occasione del pari, non colpendo a dovere il pallone di testa. Tudor il primo cambio lo spende per togliere Okaka, graziato da Giua dopo la gomitata sul collo di Denswil, per gettare nella mischia Lasagna, che subito impensierisce Skorupski con due conclusioni.

Mossa della disperazione rossoblù a un quarto d’ora dal termine: giù Dzemaili per Destro, col Bologna completamente riversato in avanti. Dopo Okaka, graziati anche Ekong, per una gomitata violenta nei confronti di Santander, e punito ‘solo’ con il giallo, e Samir, che atterra Skov Olsen ma, anche qui, come per Okaka, secondo giallo che resta nel taschino.

Ultimi minuti fatti di confusione e nervosismo, con l’Udinese che riesce, comunque, ad arrivare al triplice fischio con il gol di vantaggio che gli vale i tre punti finali, un mese dopo l’ultima volta; il Bologna, d’altro canto, non riesce quasi mai a sfruttare gli attaccanti a disposizione, restando in balia del gioco dei bianconeri: nel finale, a gara conclusa, rosso diretto per Soriano per proteste nei confronti di Giua

Il tabellino

Udinese-Bologna 1-0

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Sema, Fofana (39’ st Walace), Jajalo, Mandragora, Larsen (31’ st De Maio); Okaka (19’ st Lasagna), Nestorovski. Allenatore: Tudor. A disposizione: Nicolas, Perisan, Sierralta, Opoku, Nuytinck, Kubala, Barak, Pussetto.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Denswil, Krejcì; Medel, Dzemaili (31’ st Destro); Orsolini (9’ st Skov Olsen), Soriano, Sansone (14’ st Palacio); Santander. Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Da Costa, Sarr, Paz, Danilo, Corbo, Schouten, Svanberg, Poli, Mbaye.

Reti: 27’ pt Okaka
Note: Ammoniti Samir, Okaka, Soriano, Bani, Troost-Ekong, Nestorovski, Skorupski. Espulso Soriano a partita conclusa, rosso diretto.  Recupero: 1’ pt,5’ st. 

Rivivi qui il match minuto per minuto: