Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
13 lug 2022

Caso cannabis, Santori–Pd: ora è scontro totale. "Cara Mazzoni, sembrate la Lega"

Caso cannabis, il consigliere delegato risponde al comunicato della Federazione dem: volano gli stracci. La segretaria: "Abbia rispetto del ruolo che ricopre". Lui: "Manifesterò a Roma, e tu e Letta non ci sarete"

13 lug 2022
paolo rosato
Politica
Mattia Santori, consigliere comunale Pd; in alto, Federica Mazzoni, segretaria dem
Mattia Santori, consigliere comunale Pd
Mattia Santori, consigliere comunale Pd; in alto, Federica Mazzoni, segretaria dem
Mattia Santori, consigliere comunale Pd

Bologna, 13 luglio 2022 - Mattia Santori contro tutti. O quasi. Dal ‘petto a petto’ con il leader delle Sardine, reo confesso sull’utilizzo di cannabis e la coltivazione a casa sua di alcune piantine, per ora si sono salvati soltanto la sinistra, i Radicali e Più Europa. Ieri gli stracci sono volati anche con il Pd, con il consigliere comunale delegato dal sindaco Matteo Lepore al Turismo, alle Politiche giovanili, agli Scambi internazionali e ai Grandi eventi che dopo un’altra tirata d’orecchie da parte del partitone (autrice la segretaria provinciale, Federica Mazzoni) ha risposto a muso durissimo su Facebook, addirittura accostando alcuni atteggiamenti del Pd a quelli delle destre. Aggiornamento Caso Cannabis Bologna: lite Santori Pd, la pace di Lepore A sera risulterebbero ancora al loro posto le deleghe di Santori, e al loro fianco sarebbe ancora intonsa la sua appartenzenza al gruppo consiliare del Pd (nella cui lista Santori, che non ha tessere di partito, è stato eletto) a Palazzo d’Accursio. Qualcosa potrebbe accadere da qui ai prossimi giorni, anche solo per il fatto che Santori ha pure attaccato il segretario nazionale del Pd, Enrico Letta. Di contro, ancora nessuna notizia dalla Procura, Santori non risulta indagato malgrado l’esposto di Fratelli d’Italia. Ieri lo scambio era iniziato con la nota della Federazione dem. Quello di Mattia Santori, per la segretaria Mazzoni, è "un personale percorso di disobbedienza, prima che civile, della normativa in vigore. Nessun cittadino, tanto più se rappresentante delle istituzioni, può permettersi di non attenersi alle leggi". Messaggio chiaro, lungamento argomentato. "Chi rappresenta le istituzioni democratiche – ha ammonito la dem, sposando la linea del sindaco Matteo Lepore e del Nazareno – si adopera con altri strumenti per cambiare regole e leggi ingiuste, collaborando con la maggioranza di cui fa parte. Auspico che Mattia Santori d’ora in poi porti ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?