Virtus Bologna, Teodosic (Foto Ciamillo)
Virtus Bologna, Teodosic (Foto Ciamillo)

Lubiana (Slovenia), 2 marzo 2021 – La Virtus Bologna domina, si fa rimontare, arriva ad un passo dal baratro, ma recupera, pareggia a poco più di 2” dalla fine e poi nel supplementare torna a dominare e vince con merito.
Partita della mille emozioni quella di Lubiana che vede i bianconeri imporsi 98-108 dopo un overtime, centrare la quindicesima vittoria in EuroCup, in altrettante partite giocate, e che permette a Ricci e compagni di conquistare con un turno di anticipo, la matematica certezza del primo posto nel girone.

La Virtus si presenta in campo a Lubiana al gran completo con il rientrante Aleksandar Djordjevic, assente sabato scorso con Varese, che guida dalla panchina i bianconeri. In campo il coach bianconero, si affida nello starting-five alla coppia Markovic –Teodosic insieme a Weems, Ricci e Gamble.

Primo quarto equilibrato con la Virtus che sembra aver qualcosa in più dei rivali, trovando in Weems e Alibegovic i terminali offensivi, ma con gli sloveni che con Muric e Blazic riescono a tenersi in scia.
Il primo strappo le Vu Nere lo danno ad inizio seconda frazione di gioco: la Virtus “copre” il proprio canestro, con Lubiana che non segna per 6’ e Hunter, Belinelli e Tessitori che piazzano un parziale di 12-0. Al 15’ Ricci e compagni sono avanti 22-35, toccando il +14 sul 23-37.

Sul più bello la formazione di Djordjevic però smette di giocare, e soprattutto di difendere e il Cedevita con un controbreak di 13-0 chiude avanti al 20’ sul 40-39.

Al ritorno in campo dopo il riposo, la sfida stenta a decollare: le due squadre non riescono a trovare continuità in attacco, con poco fosforo in campo. Si rivede anche Alessandro Pajola, assente da Natale che prova a dare una mano. La Virtus continua però a non girare e Lubiana ne approfitta e chiude avanti 62-56 al 30’. L’inerzia non sembra cambia ad inizio ultimo parziale. Rupnik e Blazic lanciano Lubiana, avanti 84-75 al 37’. Un parziale di 2-11 fa impattare il punteggio sul 86-86 e nel finale la tripla di Belinelli a 2”4/10 dalla fine infila il 91-91.

Nel supplementare Weems e Markovic fanno subito scappare la Virtus che vola e conquista vittoria e primo posto del girone. “Gli abbiamo permesso di giocare il loro basket – conferma coach Djordjevic – ma siamo stati grandi nei 3 minuti finali del quarto parziale che hanno cambiato la partita. Abbiamo commesso troppi errori, ma nel finale abbiamo giocato a livelli altissimi dimostrando grande carattere e personalità”.

Soddisfatto anche Weems, topscorer bianconero con 25 punti e decisivo nel supplementare. “Sapevamo che Lubiana è una ottima squadra, con esterni e lunghi molto efficaci. E’ stata partita dura, ma ce lo aspettavamo. Era importante vincere; loro arrivavano al confronto da un momento particolarmente positivo e abbiamo commesso l’errore di dargli fiducia nel secondo quarto. Poi ci siamo ripresi e alla fine abbiamo vinto; non sempre i successi possono essere belli, l’importante per noi era imporci e alla fine ci siamo riusciti”.


Il tabellino

CEDEVITA OLIMPIA LUBIANA 98
VIRTUS BOLOGNA 108 dts
CEDEVITA OLIMPIA LUBIANA: Perry 15, Blazic 29, Muric 18, Jones 11, Dimec 1; Hopkins 4, Brown 2, Hodzic 2, Rupnik 16; Radovic ne, Duscak ne, Scuka ne. All. Golemac.
VIRTUS BOLOGNA: Markovic 3, Teodosic 14, Weems 25, Ricci 8, Gamble 5; Tessitori 6, Alibegovic 11, Belinelli 16, Adams, Hunter 14, Abass 3, Pajola 3. All. Djordjevic.
Arbitri: Pastusiak, Laurinavicius e Barth.
Note: parziali 22-23, 40-39; 62-56, 91-91.
Tiri da due: Lubiana 17/29; Virtus 20/33. Tiri da tre: 14/43; 16/38. Tiri liberi: 22/29; 20/22. Rimbalzi: 28; 39.