Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
5 apr 2022

"Ex colonia, speriamo che sia la volta buona"

Torna all’asta l’immobile a Cervia di proprietà del Comune dopo vari tentativi senza frutto. L’assessore: "Anno scorso alienati edifici e terreni per 3,5 milioni"

5 apr 2022
andrea alessandrini
Cronaca
L’assessore al patrimonio Castorri
L’assessore al patrimonio Castorri
L’assessore al patrimonio Castorri
L’assessore al patrimonio Castorri
L’assessore al patrimonio Castorri
L’assessore al patrimonio Castorri

di Andrea Alessandrini

Il Comune ci riprova. Serve pazienza per provare ad alienare il patrimonio pubblico con tanti esperimenti d’asta. L’amministrazione comunale comunica il nuovo tentativo di cessione per l’ex colonia di viale Italia a Cervia – l’unica ex colonia posseduta dal Comune di Cesena in territorio marittimo – , con un’asta da aggiudicare alla offerta economica più elevata, in aumento rispetto al prezzo base, che si terrà il 12 maggio alle 9 in Municipio. Prezzo a base d’asta di 820mila euro.

Edificata all’inizio degli anni Sessanta su un appezzamento di un’estensione di 3900 metri quadrati, l’immobile è da molti anni inutilizzato, in una zona dove si concentrano molte altre strutture di quella tipologia. Il complesso è composto da due fabbricati: una palazzina adibita ad infermeria e la ex colonia vera e propria, disposta su quattro piani. "Si tratta di un edificio che da anni il Comune tenta invano di alienare – informa l’assessore al patrimonio Christian Castorri–. Nell’ultima asta del giugno 2021 il prezzo a base d’asta fu di 915 mila euro: era il nostro terzo esperimento, mentre nel primo fatto dal Comune ammontava a un milione e 80mila euro. In precedenza, quando la gestione del patrimonio del comune di Cesena era in capo alla società ’Valore Città’, era già stata convocata più di una decina di aste, nessuna andata a buon fine, sullo stessa ex colonia".

Se su questo edificio il Comune è da più lustri incagliato, l’anno scorso il piano delle alienazioni qualche frutto invece lo ha dato. "Nel 2021 le alienazioni hanno proceduto a ritmo sostenuto – informa l’assessore Castorri – con sette atti di compravendita derivanti da bandi emessi nel 2020, fra cui tre alloggi Erp, un podere a Martorano e l’ex palazzina in stile liberty dei Vigili urbani in corso Cavour ceduta con trattativa privata ad Atr per 690mila euro. Sono inoltre stati emessi bandi per alienazioni di alloggi Erp, poderi agricoli, fabbricati colonici e lotti produttivi, il cui esito è stato di sei aggiudicazioni e tre aste deserte".

"Un’altra alienazione di rilievo, sempre effettuata con trattativa privata – riguarda l’immobile della ex scuola elementare di San Cristoforo ceduta all’istituto oncologico romagnolo per la realizzazione della struttura del Prime Center per la riabilitazione dei malati di tumore. Complessivamente nel 2021, le alienazioni hanno fruttato alle casse comunali tre milioni e 250mila euro di cui quasi 530mila euro con vincolo di destinazione per l’Erp".

Fuori dal piano delle alienazioni, sono inoltre otto gli immobili comunali che l’amministrazione comunaldi Cesena ha destinato a nuove forme di gestione dando vita a un rapporto diretto con gli enti del terzo settore: le ex scuole elementari di Case Castagnoli, Villa Calabra, Capannaguzzo, Bulgarnò, il Centro sociale La Fiorita, lo Spazio Oltre Savio e l’immobile Pievesestina, a cui si aggiunge l’impianto sportivo ’Bocciodromo’, del quartiere Cervese Sud,

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?