Giacomo Cremonte, i lavori in via Cavalcavia inizieranno a breve
Giacomo Cremonte, i lavori in via Cavalcavia inizieranno a breve

Cesena, 5 luglio 2020 - Via le lavagne e i banchi universitari: spazio ai tapis roulant, cyclette, pesi, sale corsi e alle attrezzature dedicate al fitness e cura del corpo. In via Cavalcavia 55, negli spazi che prima ospitavano la sede della facoltà di Architettura dell’Università di Bologna, poi trasferita al nuovo campus universitario all’ex Zuccherificio, sorgerà una grande palestra aperta al pubblico a partire da ottobre.

Si tratta di FitActive Cesena srl, progetto di palestre in franchising che negli ultimi cinque anni ha aperto ben 51 centri fitness in lungo e in largo per l’Italia. Una manna dal cielo per gli amanti del bodybuilding: sarà la prima palestra aperta 24 ore su 24 in città, con un canone mensile che punta, evidenzia il team, a rendere l’allenamento accessibile a tutti. «Cesena e la Romagna sono luoghi che abbiamo nel cuore – racconta Giacomo Cremonte, il gestore 26enne – perché abbiamo sempre passato qui le vacanze estive. Io sono di Biella ma per anni ho lavorato in Romagna. Cesena è una location strategica per aprire una palestra FitActive per alcuni motivi. Innanzitutto è vicina a Rimini, città che ospita eventi di settore, in più non è una città sul mare legata ai ritmi stagionali, che si spopola durante l’inverno".

Un territorio , spiega il nuovo team, "con una comunità molto ampia di appassionati di fitness che si allenano con costanza tutto l’anno". La nuova attività si svilupperà al primo e secondo piano dell’edificio di via Cavalvavia 55, occupando uno spazio di 1200 metri quadrati, a breve partiranno i lavori di ristrutturazione. La formula? È già utilizzata in tutti gli altri centri aperti in Italia e punta a lasciare molta libertà agli iscritti, che potranno allenarsi tutto l’anno, a qualsiasi ora del giorno e della notte, tutti i giorni della settimana. "Chi vuole allenarsi ha bisogno della massima flessibilità, secondo noi questa è una formula vincente in tempi dove l’emergenza sanitaria scatenata dal Coronavirus ha cambiato modalità di lavoro, ritmi e abitudini di tutti noi – continua Cremonte –. Ci sarà quindi un periodo di reception diurno poi, come ad esempio nelle ore notturne, si potrà entrare in autonomia con il proprio badge. Passe-partout che consente di allenarsi anche in tutte le altre sedi italiane. Dal 13 luglio a fine settembre saranno disponibili le prevendite per preiscriversi tramite un abbonamento flat. Stiamo cercando personal trainer che metteremo a disposizione dei clienti, ma chi vorrà potrà allenarsi anche in autonomia con le nostre attrezzature Matrix, poi ci saranno dei servizi extra su richiesta, come consulenze del dietologo".

Il team FitActive ci tiene a sottolineare che "il futuro è incerto e il Covid potrebbe accanirsi ancora contro di noi – concludono –, per questo avremmo potuto aspettare gennaio. Ma siamo sicuri e tranquilli delle misure igieniche che utilizziamo per rendere la palestra più sicura possibile, a Cesena siamo facilitati anche dagli ampi spazi. Se subito dopo il lockdown l’afflusso nelle palestre era dell’80 per cento, ora è già tornato al normale regime. Così abbiamo deciso di accettare questa scommessa".