Ginnastica artistica. Cesena sogna le Olimpiadi

Sono saliti a sei gli atleti che si sono qualificati ai campionati italiani assoluti e che a luglio si potranno giocare la qualificazione in azzurro .

Ginnastica artistica. Cesena sogna le Olimpiadi

Ginnastica artistica. Cesena sogna le Olimpiadi

Momento d’oro per la ginnastica artistica cesenate, che ora può legittimamente sognare le Olimpiadi. Nei giorni scorsi Elisa Agosti della ‘Renato Serra’ e Roberto Marzocchi del ‘Romagna Team’, le due società cesenati presiedute da Corrado Maria Dones, si sono classificate nel concorso generale ai campionati italiani assoluti in programma a Cuneo il 7 luglio. A loro si è aggiunto, nella specialità della sbarra, Gabriele Tisselli. E Chiara Barzasi, Niccolò Vannucchi e Lorenzo Casali erano già qualificati alla stessa competizione, il che porta il totale degli atleti cesenati chiamati a vedersela coi migliori campioni italiani, a quota sei: "Siamo la società che conta il più alto numero di rappresentanti ai campionati assoluti – ha commentato soddisfatto Dones, consapevole dell’importanza dell’appuntamento – In effetti la data piemontese è quanto mai indicativa, perché precede di una manciata di settimane l’inizio dei giochi olimpici e rappresenta dunque l’ultima, decisiva, opportunità per i ginnasti di mostrare le loro qualità in vista dell’assegnazione degli ultimi posti in squadra. Il talento dei nostri atleti è indiscutibile e a questo aspetto serve aggiungere il fatto che, essendo tutti giovani o giovanissimi, se non dovesse arrivare la chiamata ora, tra quattro anni sarebbero certamente tra i favoriti a vestire l’azzurro". I riferimenti valgono per tutti, a partire dall’ambito femminile, nel quale sia Barzasi che Agosti stanno mostrando capacità di prim’ordine, costantemente affinate. Stesso discorso per gli uomini, a partire per esempio da Niccolò Vannucchi, cresciuto sportivamente a Cesena e che sta cominciando a raccogliere i frutti di una dedizione al lavoro davvero encomiabile. Il talento diffuso è stato già ampiamente dimostrato, sia individualmente in competizioni internazionali, sia a livello di club: il Romagna Team si è appena classificato secondo in Italia, mancando il tricolore di un soffio, mentre la Renato Serra ha ben figurato arrivando fino alle final six.

Luca Ravaglia