Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
2 giu 2022

Via Rio Vecchio, iniziati i lavori di sistemazione e rifacimento

Da anni i residenti della strada a metà fra il territorio di Savignano e quello di San Mauro Pascoli lamentano il suo stato con buche e vari dislivelli

2 giu 2022
ermanno pasolini
Cronaca
I danni all’asfalto in via Rio Vecchio
I danni all’asfalto in via Rio Vecchio
I danni all’asfalto in via Rio Vecchio
I danni all’asfalto in via Rio Vecchio
I danni all’asfalto in via Rio Vecchio
I danni all’asfalto in via Rio Vecchio

di Ermanno Pasolini

Sono iniziati i lavori di sistemazione, rifacimento e ripristino di via Rio Vecchio, strada per metà nel territorio di Savignano e per l’altra metà in quello di San Mauro Pascoli, sita nella zona Cagnona.

Da una ventina di anni i residenti, lamentano lo stato della via, con buche e dislivelli anche di 25 centimetri. Nel 2008 furono eseguiti lavori di rifacimento del manto stradale. Una strada che era ed è fortemente dissestata e per la quale gli abitanti chiedono da sempre una sistemazione definitiva. Ma a lavori ultimati, con la spesa di 17mila euro divisa a metà fra i comuni di Savignano e San Mauro, quindici anni fa le lamentele aumentarono e gli abitanti protestarono in Comune a Savignano.

Dicono gli abitanti: "Il Comune di Savignano ci aveva promesso il rifacimento totale e la risagomatura della strada per la quale non era mai stato fatto mulla. Finiti i lavori, la strada era peggio di prima. Fecero dei pezzi di asfalto, lasciando la maggior parte della strada com’era. Poi ai lati della via, dove era stato applicato l’asfalto, c’erano rimasti pericolosissimi dislivelli alti dai 10 ai 25 centimetri. Avevano annunciato che avrebbero sistemato tutta la via e invece misero solo delle toppe alle buche e, la caduta della prima pioggia, rese impraticabile la via, peggio di prima. E intanto, grazie ai dislivelli, sono successi incidenti con un’auto finita nel fosso, con danni al mezzo e fortunatamente nessuno a chi era alla guida. Poi un giovane col motore e cadute a ripetizione. Pensate che i cicloamatori hanno cancellato la nostra strada dai loro percorsi. Soprattutto l’ultimo tratto, quello dell’incrocio con la provinciale 10 Cagnona, ha metà carreggiata sprofondata sul lato est".

Diverse auto hanno avuto danni con marmitte spaccate". Risponde Stefania Morara assessore ai lavori pubblici del comune di Savignano sul Rubicone: "Ci scusiamo con i cittadini per la lunga attesa e li ringraziamo per la pazienza ma l’intervento era complesso. Essendo la strada a ridosso di uno scolo consorziale l’asfalto senza il consolidamento delle sponde sarebbe tornato a cedere e non sarebbe stato risolutivo.

Lo scorso anno il Consorzio di bonifica è intervenuto nel tratto più pericoloso lato Cagnona per 300 metri dove la sponda aveva ceduto e ora grazie all’accordo tra il Consorzio e i due Comuni di Savignano e San Mauro finalmente l’intervento sarà completato". La strada si sviluppa per un chilometro partendo dall’intersezionefra al provinciale 10 Cagnona. La prima fase di lavori (appena iniziati) riguarderà il posizionamento di massi ciclopici al quale seguirà la riasfaltatura di tutto il tratto. Il costo complessivo dell’intervento è di circa 150mila euro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?