ANNAMARIA SENNI
Economia

Postini cercansi a Cesena: “Nuove assunzioni per servizi in crescita”

L’azienda offre contratti a tempo determinato. I sindacati: "Organici carenti nel nostro territorio"

Cercasi postini a Cesena

Cercasi postini a Cesena

Cesena, 2 giugno 2024 – Si spostano di casa in casa per consegnare pacchi, lettere, buste, raccomandate e, ormai in rari casi, anche cartoline. Sono i portalettere, comunemente chiamati ‘postini’. Si muovono con le macchine, i motorini e persino in bicicletta, tutti mezzi messi a disposizione da Poste Italiane. Cresce ancora il numero dei pacchi consegnati nel Cesenate dai porta lettere di Poste Italiane. Una tendenza in crescita in tutta Italia che ha visto in Emilia-Romagna numeri record nel primo trimestre del 2024 con un incremento del + 11,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per garantire il servizio di recapito Poste Italiane ricerca a Cesena nuovi portalettere.

“Il porta lettere , o postino, è un mestiere in continua trasformazione – spiegano da Poste Italiane - non solo sul fronte della logistica. Attraverso i portalettere Poste Italiane mette a disposizione, tramite il palmare in dotazione presso tutti i centri di recapito, una serie di servizi innovativi per i cittadini direttamente a domicilio a valore aggiunto: il pagamento dei contrassegni, il recapito su appuntamento e il ritiro a domicilio della posta registrata". Per garantire tutti questi servizi sono aperte le candidature al lavoro di portalettere. Poste Italiane ricerca nel Cesenate portalettere da inserire con contratto a tempo determinato. Per candidarsi è sufficiente inserire, entro il 3 giugno, il proprio curriculum vitae sulla pagina web del sito posteitaliane.it, nella sezione ‘Carriere’ dedicata a ‘Posizioni Aperte’. I requisiti richiesti per la candidatura sono il possesso di un diploma di scuola media superiore o diploma di laurea, anche triennale e di patente di guida in corso di validità. Le risorse si occuperanno del recapito postale nell’area territoriale di propria competenza.

Nella sola provincia di Forlì-Cesena Poste Italiane può contare su cinque centri di distribuzione (Forlì, Cesena, Meldola, Mercato Saraceno e Cesenatico), circa 200 portalettere e una flotta aziendale composta da oltre 180 mezzi (macchine, moto e biciclette), di cui 28 interamente green che ogni giorno servono sia di mattino che di pomeriggio, per la consegna dei pacchi e della corrispondenza, i trenta Comuni della provincia per un totale di 391.944 abitanti e circa 35mila tra attività industriali, commerciali e studi professionali.

“Visto l’incremento giornaliero dei volumi – spiegano da Poste Italiane – in Emilia-Romagna il personale è stato potenziato nell’ultimo anno e mezzo con l’assunzione di 830 risorse impegnate a rafforzare la rete dei portalettere per le consegne in tutta la regione. Nella sola provincia di Forlì-Cesena sono stati 80 i nuovi ingressi di portalettere stabilizzati, assunti a tempo indeterminato, nel periodo di un anno e mezzo. La selezione dei neoassunti stabilizzati è avvenuta tra il personale che ha già lavorato in passato come portalettere con uno o più contratti a tempo determinato e per una durata complessiva di almeno sei mesi".

“A Cesena c’è carenza di portalettere, di postini che vanno di casa in casa – spiega Rossella Alaimo segretaria territoriale per la Uil e responsabile regionale politiche attive - e si sta facendo la trasformazione del contratto part-time di 27 persone a contratto fulltime. Per 7 ore e 12 minuti di lavoro al giorno per cinque giorni la settimana lo stipendio è di 1.300 euro. Si sta lavorando a Roma per aumentare lo stipendio di 200 euro".