Nell’incidente una Bmw nera si è schiantata contro una palazzina
Nell’incidente una Bmw nera si è schiantata contro una palazzina

Civitanova, 16 agosto 2019 - Ubriaco alla guida urta un’altra macchina e poi tenta la fuga dalla polizia, perde il controllo dell’auto e finisce la sua corsa contro la cabina del gas di una palazzina. Alla guida un 21enne di origini indiane in evidente stato di ebrezza; nell’auto c’erano altri 4 passeggeri di età compresa tra i 26 e i 33 anni, tutti indiani. Il conducente è stato denunciato per guida in stato di ebrezza e la polizia stradale di Fermo ha avviato la contestazione di tutte le infrazioni al codice della strada commesse dall’autista del mezzo.

Secondo le prime ricostruzioni, verso l’1:30 di ieri, tra lungomare Piermanni e corso Garibaldi, gli agenti di una pattuglia del commissariato di Civitanova hanno notato una vettura Bmw di colore nero che, durante la manovra di retromarcia, ha urtato un altro veicolo lì parcheggiato, per poi allontanarsi velocemente. I proprietari della macchina urtata hanno riferito subito che alla guida di quel veicolo vi era un cittadino di carnagione scura che era in compagnia di altri suoi connazionali. A dire del proprietario dell’auto danneggiata, inoltre, il soggetto che si stava allontanando sembrava aver abusato di sostanze alcoliche.

I poliziotti hanno tentato di fermare l’auto nei dintorni della rotonda Pellegrini, ma il conducente della Bmw anzichè fermarsi ha accelerato e ha iniziato la sua fuga, dirigendosi verso bivio Cascinare. È iniziato così un veloce inseguimento da parte delle forze dell’ordine: il conducente dell’auto che ha cercato di eludere i controlli della polizia, non ha rispettato numerose regole del codice stradale. Mentre tentava di superare altre due auto, il conducente se ne è trovato davanti un’altra, proveniente dal senso opposto; cercando di evitare il frontale, la Bmw ha poi perso il controllo ed è finita contro la cabina del gas di una palazzina. Le tubature del gas, dopo il violento scontro, sono state rotte, e per il rischio esplosione sono intervenuti i vigili del fuoco per mettere la zona in sicurezza.