Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Progetti e incarichi: un video-terremoto

Sindaco, segretario e Morresi, pensando di non essere più in onda, parlano di Perugini, Gas Marca e delibere "da infiocchettare meglio"

lorena cellini
Cronaca
Un fotogramma dello streaming: in alto Ciarapica (a sinistra) e Morresi, sotto a loro il segretario Morosi
Un fotogramma dello streaming: in alto Ciarapica (a sinistra) e Morresi, sotto a loro il segretario Morosi
Un fotogramma dello streaming: in alto Ciarapica (a sinistra) e Morresi, sotto a loro il segretario Morosi

di Lorena Cellini

Scoppia il caso di un’imbarazzante diretta streaming post Consiglio comunale. Protagonisti il sindaco Fabrizio Ciarapica, il segretario comunale Sergio Morosi e il presidente del Consiglio Claudio Morresi. Un ‘dietro le quinte’ di otto minuti svelato da Silvia Squadroni, candidata sindaco del polo civico SiAmo Civitanova, che infiamma la campagna elettorale per gli argomenti, i toni, i sorrisetti con i quali - credendo che il collegamento fosse sconnesso - vengono discussi progetti, incarichi a esponenti politici di Forza Italia, di soldi della Gas Marca di delibere da ‘infiocchettare meglio’.

Il video non risulta più agli atti, è stato cancellato. Era in coda allo streaming video del Consiglio comunale del 20 ottobre 2020, in cui la variante Amadori viene bocciata. La seduta consiliare, causa Covid, si svolge con amministratori e consiglieri in collegamento da casa. Quando l’aula si congeda restano i tre. Dai salotti delle loro abitazioni parlano e non sanno di essere ancora online. La Squadroni del file è venuta in possesso e ieri, con una conferenza stampa nella sua sede elettorale di corso Umberto, ha accesso le polveri.

Il passaggio più controverso per la sua rilevanza politica è quello in cui Ciarapica parla dell’ingegner Corrado Perugini. E’ il progettista della variante Amadori appena bocciata ed è anche vice coordinatore provinciale di Forza Italia. Ciarapica è suo compagno di partito, vice coordinatore regionale di FI, e parla dell’incarico per la progettazione del supermercato dell’ex liceo scientifico: "Oggi Corrado non l’ho sentito per niente, non l’ho chiamato, però diciamocelo tra noi, il liceo lo ha portato a casa eh! Quelli nemmeno lo conoscevano, zero, li ho messi in contatto io, quindi ha rimediato dai!". Il professionista è politicamente molto vicino all’amministrazione e dentro il suo studio la maggioranza ha anche organizzato riunioni. Morresi a questo punto interviene sottolinenando che la vicenda Amadori è stata gestita male e il sindaco ribatte che "l’assessore doveva lavorarci, doveva infiocchettarla per bene (la delibera n.d.r.), far vedere che si facevano le strade. Infiocchettarla meglio". Si parla anche delle somme della vendita della Gas Marca. "Adesso ci sono questi soldi che servono per tutto - dice il segretario comunale - già li abbiamo spesi 500 mila per l’assistenza, 7-800 per la transazione, un milione e tre lo abbiamo messo sulle opere, 500 ce serviranno per il mercato ittico". La conversazione va avanti fino a che Morresi non irrompe preoccupato: "Siamo in diretta" avverte. "Stacca" dice Morosi che poi taglia corto: "Cancelliamo e andiamo a dormire".

Il sindaco Fabrizio Ciarapica, contattato ieri per dare la sua versione sulla registrazione diffusa dalla Squadroni nella conferenza stampa, ha preferito non commentare.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?