Gli agenti del commissariato hanno recuperato 10 grammi di marijuana (Foto Calavita)
Gli agenti del commissariato hanno recuperato 10 grammi di marijuana (Foto Calavita)

Civitanova Marche (Macerata), 2 agosto 2019 - Giro di spaccio nella zona di San Gabriele: la polizia arresta un 20enne (A. M. le sue iniziali). È italiano il pusher bloccato subito dopo la cessione di dosi di marijuana ad alcuni minorenni del luogo. Il traffico avveniva dietro la chiesa del rione di San Gabriele, una zona frequentatissima dai ragazzi, molti dei quali adolescenti.

Una situazione preoccupante e conosciuta dalle forze dell’ordine, così la questura di Macerata ha disposto una operazione coordinata dal dirigente del commissariato di Civitanova, Lorenzo Sabatucci, con l’ausilio di personale del reparto di prevenzione del crimine «Umbria» e di unità cinofile. L’arresto è stato preceduto da un’attività di osservazione e da numerosi appostamenti in quell’area del quartiere, che hanno consentito agli inquirenti di individuare un piccolo gruppo di giovani che bazzicavano il parco della chiesa e ne avevano fatto un luogo di incontro per lo scambio di droga. Appena entrata in azione la polizia, il nugolo di ragazzi si è disperso, dandosi alla fuga in diverse direzioni, e alcuni di loro sono finiti però direttamente in braccio agli agenti che, prevedendo quella manovra, avevano circondato la zona. Il 20enne è stato inseguito e durante la corsa ha anche tentato di liberarsi delle dosi di stupefacenti, che ha gettato tra le siepi, circa 10 grammi di marijuana. Insieme a lui sono stati sorpresi altri due ragazzi, minorenni, che erano in possesso di marijuana e hanno dichiarato di averla acquistata poco prima proprio dal 20enne, il quale è stato arrestato e adesso dovrà rispondere di possesso della droga a fini dello spaccio.

Nonostante la giovane età, risulta peraltro una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, con dei precedenti anche per i reparti di rapina e furto. Le dosi di marijuana delle quali ha provato a liberarsi sono state tutte recuperate dalla polizia e dunque sequestrate. Un altro colpo, in città, al mercato dello spaccio tra gli adolescenti, una operazione condivisa in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per il contrasto alla spaccio, che la prefettura di Macerata ha voluto poi potenziare, sulla costa.