Un flash mob in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è andato in scena domenica nell’area del varco sul mare. Donne, uomini, bambini, tutti in cerchio con le mascherine rosse sul volto, uniti per dire ‘no’ a qualcosa che, negli ultimi giorni, è riemerso in maniera gravissima in alcune città italiane. La manifestazione cittadina è stata organizzata dallo sportello antiviolenza sulle donne dell’Ats 14 di Civitanova, in collaborazione con il Forum giovani TocToc, Veder crescere con il dialogo, e i ragazzi dello spazio hip hop zona14, che hanno inscenato le coreografie danzanti. I manifestanti, indossando mascherine rosse, hanno voluto simboleggiare il sangue versato dalle vittime. I temi affrontati hanno riguardato "la cultura sessista e discriminatoria, il patriarcato, gli orfani e la costruzione delle reti sociali, per non rimanere nell’indifferenza." Presenti Elisa Giusti, coordinatrice dello sportello antiviolenza, che ha ricordato le cifre e l’attività svolta dal centro, Manola Stizza di Voices&Vibes che ha letto la poesia "Ridammi il rosa" di Pietro Ferrara e Andrea Foglia di "Veder crescere con il dialogo".

f. r.