A breve si aprono le iscrizioni per l'anno scolastico 2020-2021
A breve si aprono le iscrizioni per l'anno scolastico 2020-2021

Bologna, 7 novembre 2019 - Liceo o istituto tecnico? Classico o scienze applicate? Meccatronica o informatica? Indirizzo economico o tecnologico? Tempo di grandi decisioni per gli studenti di terza media che, tra novembre e dicembre, insieme ai loro genitori sono impegnati in tour de force di Open Day per scegliere, in genere a febbraio, la scuola superiore su cui costruire il loro futuro.

Open Day e non solo. Perché in aiuto a studenti e famiglie arriva Eduscopio, l’indagine della Fondazione Agnelli che, a colpi di clic, offre un quadro preciso della valenza dell’offerta formativa di licei, tecnici e professionali di tutta Italia, emiliano-romagnoli inclusi. Peraltro suddivisi città per città. 

Leggi anche Cerca la tua città (Emilia - Romagna) - Gli istituti migliori delle Marche - Il panorama nazionale

Per l’edizione 2019, il gruppo di lavoro della Fondazione Agnelli, coordinato da Martino Bernardi, ha analizzato i dati di circa 1.255.000 diplomati italiani in tre successivi anni scolastici (anni scolastici 2013/14, 2014/15, 2015/16) in circa 7.300 indirizzi di studio nelle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie.

Uno strumento utile che la Fondazione Agnelli mette on line, in modo gratuito, a novembre e che piomba sulle scuole, scatenando gioie, dolori e molti mal di pancia poiché il periodo delle iscrizioni è quello più delicato per docenti e presidi. Un’iscrizione in più o in meno decreta, infatti, il successo o l’insuccesso di un istituto. Con tutto ciò che ne consegue anche in termini di finanziamenti e autonomia.

Nato nel 2014, Eduscopio analizza la proposta formativa in una doppia ottica. Da un lato, basandosi sui dati dell’Anagrafe degli Studenti (Ans) e dell’Anagrafe degli Studenti Universitari e dei Laureati (Ansul) del Miur, Eduscopio ,valutare l’efficacia della preparazione fornita da licei e tecnici alla luce del percorso universitario scelto post maturità. Dall’altro, di tecnici e professionali considera la loro capacità di preparare gli studenti al mondo del lavoro. In questo caso, Eduscopio attinge all’Anagrafe Nazionale degli Studenti (Ans) del Miur e alle Comunicazioni Obbligatorie (Co) del Ministero del Lavoro che descrivono per ogni lavoratore dipendente gli eventi che ne caratterizzano la carriera lavorativa.

In un lustro, Eduscopio è diventato un punto di riferimento per le famiglie, ma anche per le scuole come dimostrano gli oltre 1,5 milioni di utenti unici che, ad ora, hanno visitato il portale, 6.7 milioni di pagine consultate.  Di fatto, Eduscopio consente allo studente di comparare le scuole dell’indirizzo di studio che interessa nell’area dove risiede, sulla base di come queste preparano per l’università o per il mondo del lavoro dopo il diploma. Il successo risiede nel fatto che le informazioni contenute sono frutto di analisi accurate a partire da grandi banche dati, perciò oggettive e affidabili. Inoltre, è di facile consultazione e aiuta chi non si accontenta del “passa parola” e, in modo particolare, quelle famiglie che non possono contare su reti sociali e culturali forti.

false

false