Quotidiano Nazionale logo
2 dic 2021

Valentino Rossi, lo striscione "Grazie Vale" torna a Tavullia

Rimosso dopo un esposto: sarà appeso a due gru per non deturpare le mura . Telefonata riporta la tregua fra sindaca e Soprintendente

luigi luminati
Cronaca
Lo striscione ‘ritirato’ a Tavullia e, dall’alto, Francesca Paolucci (sindaca) e Cecilia Carlorosi (Soprintendente Belle Arti)
Lo striscione "Grazie Vale" tornerà a Tavullia

Pesaro, 2 dicembre 2021 - Due telefonate a cavallo della notte, portano a pensare che si possa trovare una soluzione al caso dello striscione di Valentino, almeno in occasione del prossimo week end con la "100 Chilometri dei campioni" nel Ranch di Valentino Rossi. La sindaca Paolucci è stata chiamata l’altra sera dalla funzionaria Simona Guida e ieri mattina direttamente dalla neo soprintendente per Archeologia, Belle arti e il Paesaggio delle province di Ancona e Pesaro Urbino, Cecilia Carlorosi: "Ho potuto parlare con la Soprintendente – dice Francesca Paolucci – che si è resa disponibile a studiare, insieme agli uffici del Comune, una soluzione in grado di valorizzare storia e identità di Tavullia, in relazione a Valentino Rossi".

La giunta stava infatti decidendo come riportare lo striscione dedicato a Valentino Rossi, posizionato fino a qualche giorno fa sulle mura medievali del borgo di Tavullia, in un luogo centrale della cittadina. "Ho avuto un colloquio proficuo con la soprintendente che si spera, anche con l’adozione di tutti gli accorgimenti del caso da parte del Comune, possa portare – aggiunge la sindaca – ad un soluzione condivisa che consenta alla comunità di Tavullia di omaggiare la leggenda del Motomondiale".

L’amministrazione comunale ora è pronta a richiedere le autorizzazioni previste e, al contempo, ad adottare tutti gli accorgimenti che si renderanno necessari per salvaguardare le mura medievali. Ipotizzando una doppia gru staccata dalle mura che consenta di riproporre lo striscione o una serie di impalcature posizionate per lo stesso scopo. "Valentino Rossi – aggiunge Francesca Paolucci – prima di essere un fenomeno è un elemento identitario di questo territorio e quello striscione, rende riconoscibile un Comune di poco più di 8 mila persone in tutto il mondo con tutte le ricadute in termini di promozione turistica che ciò comporta". Non solo. "In questi giorni abbiamo raccolto – conclude la sindaca – tanti incoraggiamenti e, tra questi, anche quello di Vittorio Sgarbi che ha preso a cuore la vicenda e ci ha testualmente dichiarato: ‘Sgarbi sta con Vale’.

La sindaca potrebbe dunque anche scrivere direttamente al ministro Dario Franceschini, anche se la telefonata di Cecilia Carlorosi ha abbassato in parte la febbre rabbiosa di Tavullia.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?