È il giorno di It-Alert, oggi alle 12 in Emilia Romagna suoneranno tutti i telefonini

Ecco qual è lo scopo dell’avviso che si aggiunge agli altri mezzi di allarme pubblico e a cosa serve

Bologna, 10 luglio 2023 – Il nuovo sistema di allarme pubblico che segue la direttiva europea del 2018, It-Alert, sta facendo parlare di sé per tutti i test regionali che si stanno svolgendo in questi giorni. Si tratta di un messaggio che è arrivato oggi alle 12 in tutti i telefoni dell'Emilia Romagna, insieme al questionario ufficiale, e una novità entrata improvvisamente nella vita delle persone: in molti si chiedono quale sia la sua funzione e in che modo contribuisca agli altri mezzi di avviso sulle emergenze. 

LEGGI ANCHE: Cosa fare quando arriva il messaggio con il questionario – Come disattivare il messaggio di emergenza

Il 10 luglio 2023 è il D-day: in Emilia Romagna arriva il messaggio di allarme It-Alert
Il 10 luglio 2023 è il D-day: in Emilia Romagna arriva il messaggio di allarme It-Alert

A cosa serve e cosa aggiunge di nuovo

It-Alert si occupa di un’informazione diretta alla popolazione, quindi dirama ai telefoni cellulari presenti in una determinata area geografica messaggi utili in caso di gravi emergenze, catastrofi imminenti o in corso.

È un sistema di allarme estremamente efficace, quindi, che in pochi secondi è in grado di avvisare migliaia di persone di un pericolo nella zona interessata

Il suo scopo principale è di diffondere rapidamente le prime informazioni su una possibile situazione di pericolo, in modo da avvisare il prima possibile la popolazione. Tramite It-Alert, inoltre, il Servizio Nazionale della protezione civile potrà integrare gli avvisi su una specifica situazione con misure di autoprotezione da mettere in atto al momento, per potenziare la consapevolezza del singolo durante le emergenze.

It-Alert non si sostituisce agli altri mezzi, ma si affianca ai sistemi di allarme già esistenti anche a livello locale per consentire una gestione a 360 gradi dell’emergenza in corso.

Per quali emergenze si attiva

Mettendo in chiaro che al momento It-Alert è in fase di sperimentazione e quindi tutti i messaggi che arrivano sono test e non pericoli reali, quando sarà attivo il sistema seguirà le tipologie di rischio nel campo della protezione civile.

Le emergenze previste sono sia fattori naturali che umani e comprendono: maremoti generati da un sisma, il collasso di una grande diga che, per quanto raro, è potenzialmente catastrofico, attività vulcanica di Vesuvio, Campi Flegrei, Vulcano e Stromboli, incidenti nucleari o situazioni di emergenza radiologica, incidenti rilevanti in stabilimenti soggetti alla direttiva Seveso quindi legati a sostanze pericolose, e precipitazioni particolarmente intense.