Annalisa Minetti
Annalisa Minetti

Fano, 8 febbraio 2019- Al via il Carnevale di Fano “I colori delle Donne” (17-24 febbraio, 3 marzo 2019) dedicato al mondo femminile. E proprio per questo saranno tre signore, le madrine della manifestazione, simbolo di professionalità, coraggio e forza: Emanuela Aureli, Jessica Notaro e Annalisa Minetti.

Immagine dell'evento è la Vulona, versione femminile della maschera ufficiale del Carnevale di Fano, creata dalla nota illustratrice Emanuela Orciari. Gli stessi carri nuovi (3 di prima categoria e 2 di seconda), saranno dedicati al mondo femminile, celebrando personaggi come Frida Kahlo, Alda Merini, la donna in carriera e addirittura la super eroina Wonder Woman. 

LEGGI ANCHE Ecco il getto: 180 quintali di dolciumi per la folla -  Carnevale 2019 Marche, le date e il programma delle sfilate da non perdere

Novità di questa edizione, il Palazzo del Carnevale, nell'ex chiesa San Leonardo, in via Cavour, ( un’idea di Comunica Srl, realizzata con la Carnevalesca e la collaborazione di Eventom e Workinprogress) che diventerà un vero e proprio luogo di “culto” dell’arte in tutte le sue sfumature. Tra le curiosità da segnalare il minicarro di Paolo Del Bianco “Mamma mi si è ristretto il carro” che concorrerà per il Guinness dei Primati. Si riconferma, invece, come una peculiarità del Carnevale di Fano il tradizionale Getto di dolciumi dai carri allegorici. Lo storico lancio anche quest’anno sarà affidato alla ditta Rovelli, creatrice del Boero (che non verrà ovviamente utilizzato durante le sfilate). Un Getto composto per l’80% di pregiato cioccolato.

image

Carri di I Categoria

Carnevale di Fano, progetto e realizzazione di Carnival Factory
Il gigante di cartapesta, che avrà il compito di aprire le sfilate, di ospitare i rappresentanti dei Carnevali gemellati e le madrine, è composto da una serie di Vulòn che circondano la Vulona, protagonista del Carnevale 2019.

La calunnia è...un venticello di Pierluigi Piccinetti, realizzato da Carnival Factory. Il carro, che celebra il genio di Gioacchino Rossini, chiuderà le celebrazioni per i 150 anni dalla morte del musicista pesarese, così come lo scorso anno le aveva aperte sfilando oltre che su viale Gramsci a Fano anche su viale Trieste a Pesaro.

Bolle...in Gabbia di Paolo Furlani, realizzato dall'associazione Gommapiuma per Caso
In questo carro la donna è rappresentata da una enorme gabbia metallica dal cui ventre si liberano i figuranti che interpretano e simboleggiano i suoi successi, spezzando via tutti i luoghi comuni.

Viva la Frida!! Viva la revolucion!! di Anna Mantonavi, realizzato da Carnival Factory
Il carro è un omaggio alla pittrice messicana Frida Kahlo e alla sua storia ricca di dolore, passione, cultura, coraggio e forza. Il personaggio centrale è proprio Frida in un mix dei suoi più celebri autoritratti.

Mini Carri

El Vulòn, bozzetto e realizzazione di Mauro Chiappa (Fantagruel)
La figura del Vulòn torna protagonista e si riprende il posto che gli spetta nell’olimpo delle maschere. El Vulòn (la maschera originale fu realizzata dall’artista Rino Fucci nel 1951) è un antico spadaccino, armato si di spada ma che finge di suonare il liuto mentre si guarda intorno furbesco.

UonderUoman, bozzetto e realizzazione di Daniele Mancini Palamoni e Gianluca Isotti
I maestri carristi hanno voluto
dedicare un mini carro alla celebre eroina Wonder Woman. “Le W sono state sostituite -spiegano gli autori- dalle ‘U' di Uomo’ perché vogliamo evidenziare come la donna moderna abbia ampiamente dimostrato di non essere affatto il ‘sesso debole’”.

Alcuni dei partecipanti al Carnevale (foto Petrelli)

Poesia…Pazzia, progetto e realizzazione di Mauro Chiappa (Fantagruel)
Il Carnevale di Fano 2019 celebrerà Alda Merini, a 10 anni dalla sua scomparsa, con una caricatura della poetessa al centro della scena, in un gioco di specchi e rimandi, di versi e note in un’intensa e lirica composizione.

I giovani: motore e colore del mondo, progetto e realizzazione di Lorenzo Furlani (Liceo Nolfi-Apolloni).
Lo studente Lorenzo Furlani realizzerà un carro dedicato al mondo in cui vivono i giovani, interpretato attraverso delle sagome di ragazzi che cavalcano il mondo e prendono il controllo di un pianeta
ormai malato, che vomita le sue lordure.

Costa parchi Editaiment, realizzato da Carnival Factory
Sul carro sono presenti alcuni simboli dei quattro parchi tematici: “Italia in miniatura” , “Aquafan”, l' “Acquario di Cattolica” e “Oltremare” di Riccione. Il carro realizzato grazie al sostegno di Costa Edutainment è un chiaro invito a visitare e scoprire i quattro parchi della Riviera con tutte le loro novità. Portando la tessera della Carnevalesca in uno dei parchi a scelta si avrà diritto ad un ingresso gratuito per un adulto.
La promozione valida per stagione 2019 e non cumulabile con altre iniziative.

Carri seconda categoria

Buon compleanno Pesce Azzurro-“I tuoi primi 40 anni” (1979-2019), bozzetto e realizzazione di Mauro Chiappa (Fantagruel)
Nell’occasione dei primi 40 anni del “Pesce Azzurro” viene riproposto, profondamente rivisto, uno dei carro allegorico più apprezzati della scorsa edizione: una gigantesca torta, cuochi, pasticceri, simpatici animaletti marini, la bellissima regina del mare e una mostra fotografica itinerante raccontano la storia del ristorante.

È Arabita - carro allegorico della Musica Arabita, ideazione e progetto di Samanta Bartolucci, Anna Mantovani, Daniele Mancini Palamoni e associazione Carnival Factory.
Nata nel 1923 la Musica Arabita è la street band del Carnevale di Fano che utilizza strumenti di uso comune, come barattoli di latta, caffettiere, campanacci, bottiglie..chiamati “j batanai” per dare vita ad un’allegra musica.

LEGGI ANCHE Gli eventi imperdibili in Emilia Romagna e Marche

Miniatura

Mamma mi si è ristretto il carro, realizzazione di Paolo Del Bianco
Il minicarro, che concorrerà per il Guinness dei Primati, come carro più piccolo del mondo, avrà un’altezza di
73 centimetri, lunghezza 60 centimetri e larghezza 50 centimetri. 

Mascherate 

Fescion Fri, progetto e realizzazione della Fazione del Cinghiale.
Mascherata associata al carro Bolle…In gabbia

La famiglia del Vulòn, progetto e realizzazione delle Fazioni del Delfino e della Volpe. Mascherata associata al carro Carnevale di Fano

Viva il Messico e viva la vida, progetto e realizzazione della Fazione del Lupo. Mascherata associata al carro Viva la Frida!! Viva la revolucion!

Mascherata realizzata dagli studenti del liceo Nolfi-Apolloni, abbinata al mini carro I giovani: motore e colore del mondo

Mascherate organizzate dai giovani studenti delle scuole fanesi Corridoni, Montessori, Vagocolle, Tre
Ponti, Montesi, Cuccurano e Carrara, Luigi Rossi, Nuti, Scuola paritaria San Sebastiano di Bellocchi e
Padalino
, assieme alle maestre, alle professioniste assistenti Chiara Perugini, Samanta

CARNEV_20567297_214717

Le madrine del Carnevale

Emanulea Aureli, Jessica Notaro e Annalisa Minetti 

A rafforzare il messaggio che il Carnevale di Fano 2019 vuole lanciare, ci penseranno le 3 madrine dell’evento: Emanuela Aureli, Jessica Notaro e Annalisa Minnetti che, sul calar della sera, al termine delle sfilate dei carri allegorici, si esibiranno nell’area eventi del Pincio.

Emanuela Aureli sarà a Fano domenica 17 febbraio. Nota imitatrice, Aureli incarna la donna realizzata e di successo.
“Il Carnevale di Fano -commenta- sarà un’occasione per lanciare un messaggio positivo, purtroppo viviamo in un mondo dove ancora in troppi casi le donne devono lottare contro compagni opprimenti, che tolgono loro la libertà e le feriscono sia fisicamente che mentalmente. Dobbiamo combattere perchè le donne siano sé stessa, senza il bisogno di indossare maschere. E quale luogo migliore se non il Carnevale, la patria delle maschere, per fare passare un messaggio del genere?”

Jessica Notaro sarà protagonista del Carnevale di Fano domenica 24 febbraio. Nonostante il vile gesto dell’ex compagno che l’ha sfigurata gettandole sul viso dell’acido, Jessica non si è data per vinta e ha affrontato a testa alta il dolore e lo sfregio, riuscendo ad affermarsi più
forte di prima.

L’ospite che invece chiuderà il Carnevale di Fano 2019 è una donna diventata un vero e proprio simbolo di forza: Annalisa Minetti. Nonostante la cecità Annalisa ha una lista interminabile di successi nei campi più differenti. Modella, attrice, cantautrice, atleta paralimpica, scrittrice, conduttrice e autrice televisiva e doppiatrice, Annalisa Minetti, che tra l’altro nell’ultimo periodo in seguito al suo annuncio di desiderare la maternità è stata vittima di un attacco d’odio tramite i social network, porterà la propria testimonianza, domenica 3 marzo. 


Il Palazzo del Carnevale

Il Palazzo del Carnevale, nell'ex chiesa di San Leonardo, in via Cavour, durante tutto il periodo carnevalesco ospiterà mostre, convegni, showcooking, degustazioni.

 Il primo “dolcissimo” appuntamento sarà con il maestro pasticcere Andrea Urbani, il quale condurrà un showcooking, sabato 16 febbraio, tra i segreti dei dolci carnevaleschi.

La cucina tornerà protagonista il secondo fine settimana del Carnevale (23 febbraio) con la coppia collaudata di chef amatoriali Marco Vitali e Carlo Giuseppetti che, reduci dal concorso di cucina Chef in the City, abbineranno la creazione di un piatto gourmet ad un nuovo cocktail.

Chiuderà la programmazione culinaria, Giulia Brandi, tra i partecipanti più apprezzati di Masterchef 2017  che, sabato 2 marzo condurrà un interessante showcooking con il suo inconfondibile stile frizzante e divertente.

Donne… ogni giorno è per sempre, è il tema dell'incontro con le scuole promosso dall’Ente Carnevalesc, sabato 16 febbraio, al Palazzo del Carnevale, con l’associazione “Vittime
riunite d’Italia” e l’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Fano che parleranno, attraverso testimonianze, di violenza sulle donne.

Oltre le Gambe c’è di Più è invece il titolo della mostra dell’artista Samanta Bartolucci


Il Carnevale dei bambini

Tra i punti fermi del Carnevale di Fano, con livelli altissimi di affluenza, c’è il Carnevale dei Bambini. Le tre domeniche mattina (17-24 febbraio e 3 marzo) viale Gramsci (aperto a tutti gratuitamente) si colorerà con le sfilate realizzate dai giovani studenti delle scuole fanesi e dai carri allegorici. El Vulòn, quest’anno interpretato dall’attore fanese Simone Diotallevi, accompagnerà i bambini in un magico viaggio attraverso il mondo del Carnevale. 

Eventi collaterali


Un Carnevale da Cani

Confermato Un Carnevale da Cani: divertentissima sfilata in maschera di cani e padroni, in programma per domenica 24 febbraio. Il ritrovo è alle 11 al Palazzo del Carnevale, poi tutti in piazza XX Settembre dove animali e padroni, si ritroveranno anche per parlare di randagismo e abbandono e agevolare l’adozione nei canili. 


Carnevale in Sup

Tra gli eventi diventati oramai un cult della manifestazione c'è il Carnevale in Sup organizzato dall’associazione Mare Dentro che domenica 24 febbraio, colorerà il tratto di mare antistante la costa fanese, con un corteo di bellissime maschere lungo il porto canale. 


Castagnolo d'Oro

Anche i “ragazzi” della terza età avranno un momento a loro dedicato con il Castagnolo d’Oro, veglione organizzato in collaborazione all’assessorato Pari Opportunità del Comune di Fano. 


Concorso Nazionale Fotografico Carnevale di Fano

Il concorso è curato da Centrale Fotografia in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Fano con fotografi provenienti da tutta Italia che daranno la propria visione del Carnevale. I vincitori saranno premiati, a Carnevale finito e dopo un intenso lavoro di giuria, alla sala Verdi del Teatro della Fortuna da Isabella Balena fotografa professionista. In collaborazione con la Fondazione Teatro della Fortuna il foyer del Teatro ospiterà la mostra del maestro Uliano Lucas. 


Bella del Carnevale, Bella nell’anima

La sfilata realizzata in collaborazione con Francesca Cecchini sarà anche un’occasione per lanciare un ulteriore messaggio contro la violenza di genere. 


Il circuito del Carnevale: ingressi e uscite

Sono stati previsti 6 punti d’ingresso e 6 di uscita di cui 3 ingressi-uscite 

Ingressi e uscite

Via Roma – Via XII Settembre (nei pressi della palestra Venturini) – Via Negusanti 

Solo ingresso

Via Da Serravalle – Via Arco d’Augusto (nei presso dell’Arco) – via Giordano Bruno (parcheggio Foro Boario)