FABIO CASTORI
Cronaca

Bambina di Pedaso morta in ospedale, si indaga sulle cause del decesso

Fermo: la neonata di sei mesi era arrivata al Murri in condizioni critiche, Ast e Procura non hanno disposto l’esame autoptico

La bimba di 6 mesi è morta poco dopo il ricovero in ospedale

La bimba di 6 mesi è morta poco dopo il ricovero in ospedale

Fermo, 25 giugno 2024 – Sono ancora tutte da chiarire le cause che hanno scatenato lo stato febbrile che è poi culminato con la morte della bimba di sei mesi di Pedaso, deceduta poco dopo il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale “Murri”. Ed è proprio su questo fronte che si sono concentrati gli accertamenti dell’Ast.

L’obiettivo è capire con precisione di cosa sia morta la piccola. Al momento non ci sono certezze, ma solo ipotesi e alcuni interrogativi a cui dare risposte certe. La prima domanda che i responsabili sanitari si stanno ponendo è: perché i genitori della bimba si sono decisi ad allertare l’emergenza sanitaria solo quando oramai le condizioni erano disperate? Di cosa si è trattato? Di un virus fulminante, di una meningite sottovalutata? A questo punto solo un attento esame autoptico potrebbe dare risposte certe.

Esame che, però, non è ancora stato disposto né dalla Procura della Repubblica di Fermo né dall’Ast. L’unica cosa certa è che per condizioni in cui la piccola è giunta in ospedale, non c’era la possibilità di salvarla. Sconvolta la comunità pedasina che aveva accolto i giovani genitori di origine nigeriani, arrivati in Italia con la prospettiva di una vita migliore rispetto al loro Paese di provenienza.

Il sindaco di Pedaso, Vincenzo Berdini, ha voluto esprimere tutta la sua solidarietà alla mamma e al papà della piccola: “In queste occasioni ogni parola può sembrare scontata, ma io e tutta la comunità pedasina condividiamo il dolore che ha colpito la giovane coppia giunta da noi dalla Nigeria per trovare una vita migliore. Il nostro vicesindaco li aveva sposati appena nove mesi fa e, poco dopo, era nata la bimba.

Nessuno poteva immaginare che sarebbe finita così tragicamente”. La struggente tragedia si è consumata domenica mattina quando al pronto soccorso è giunta la piccola in condizioni disperate. La bimba accusava forti sintomi influenzali e i genitori, poco prima, avevano allertato il numero unico di emergenza.

A casa della giovane coppia erano subito intervenuti i sanitari della Croce Verde Valdaso e dell’automedica della Croce Azzurra Porto San Giorgio. Poi la corsa disperata in ospedale dove i medici hanno fatto di tutto per salvarla. Purtroppo, però, per la bimba non c’è stato nulla da fare. Le sue condizioni, apparse subito gravissime, sono precipitate fino al tragico epilogo.