I Buskers a Ferrara
I Buskers a Ferrara

Ferrara, 24 agosto2019 - La magia della musica e dei buskers ha incantato ancora una volta Comacchio per la seconda tappa del Ferrara Buskers Festival on tour, ieri sera. I musicisti protagonisti della 32ª rassegna internazionale del musicista di strada, dopo l’inaugurazione di Mantova, hanno regalato note e spensieratezza al pubblico che numeroso ha affollato vie e canali della città sull’acqua con spettacoli sorprendenti nel cuore del centro storico.

LEGGI ANCHE Il programma, le novità, i divieti

false

Comacchio riesce a regalare sempre un’atmosfera unica, con i musicisti di strada che si sono esibiti tra i palazzi storici e i luoghi simbolo della città, come lo scenografico Trepponti o il Museo del Delta Antico, ancora più preziosi agli occhi dei turisti e dei visitatori. Da piazza Agopisto con le note dei The Black Boys per poi ascoltare le melodie romantiche del quartetto d’archi Quisquilia String Quartet nel colonnato del Museo del Delta Antico, gli spettatori hanno seguito un ideale percorso tra ponti e riflessi d’acqua, seguendo il canale di via della Pescheria per divertirsi con le ballate popolari bavaresi del gruppo tedesco Strabande fino a giungere al ponte Trepponti dove Peter Jones, busker storico del festival, si è esibito con Joey G. & The Whizz Kids.

La festa è continuata in via Cavour e anche in piazza XX Settembre, con l’energia dei Daiana Lou, il mix di suoni della tradizione russa e il rock and roll dei Berlinskie Samovary, le canzoni blues, country e swing degli Hangover Porch Zombies (HoPZ). Ed ha affascinato molto il pubblico la voce del musicista di origini argentine Gastón, che si è esibito con la sua chitarra acustica su una barca davanti la galleria Edgardo Fogli. Il cantautore è uno degli artisti che lo scorso anno ha partecipato a X-Factor Italia, ma dopo essere arrivato all’ultima fase di selezione si è ritirato per continuare a vivere la sua carriera da musicista indipendente e da busker.

Ecco dove e quando si esibiscono i musicisti

Diciannove in totale i gruppi che si sono esibiti. I buskers hanno conquistato ancora una volta Comacchio, per poi ripartire alla volta di Ferrara, dove suoneranno oggi e domani, per il primo weekend del Ferrara Buskers Festival (dalle 18 a mezzanotte) e poi da martedì dritti fino al 1° settembre. Lunedì la compagine sarà invece a Cesenatico, scelta per la prima volta come tappa intermedia della manifestazione.

Tanti sono anche i progetti collaterali inseriti nella storica manifestazione degli artisti di strada. Si propone di «ricucire il rapporto tra linguaggio, demenza e poesia» il progetto di Isabella Bordoni dal titolo ‘Dieback/Fioriture’ che da oggi fino al primo settembre sarà visitabile nella sede dell’Asp centro servizi alla persona, in via Ripagrande 5. L’artista presenterà al pubblico un archivio sonoro delle voci registrate all’interno della Casa Residenza - Nucleo speciale temporaneo demenza della stessa Asp.

Il progetto di residenza è nuovamente presentato come Archivio delle Voci, in occasione del Ferrara Buskers Festival 2019 al fine di portare la vita della Casa Residenza al di fuori delle mura che la circondano, per porre nella scena pubblica il tempo e lo spazio della malattia e dare un nuovo significato alla vecchiaia e alla malattia stessa (ingresso libero tutti i giorni dalle 10 alle 17.30).