Massimo Maisto, Alice Bolognesi e Aldo Modonesi
Massimo Maisto, Alice Bolognesi e Aldo Modonesi

Ferrara, 3 luglio 2018 - Riqualificare la piazza più critica della città, attraverso il grande schermo. Venerdì parte ‘Cinema Castellina’, arena estiva gratuita fortemente voluta dal Comune per dare un segnale di presenza nella zona più difficile del quartiere Giardino. La rassegna è coordinata dal Centro di Mediazione sociale e organizzata da Arci Ferrara, che già gestisce l’arena cinematografica al parco Pareschi, con il contributo di Anolf e Comitato Zona Stadio.

Cinema Castellina farà parte di Giardino Wow, serie di eventi che per tutta l’estate animerà il quartiere Giardino con musica, spettacoli, sport e laboratori. Con questo tipo di iniziative l’amministrazione comunale vuole “dare un segnale importante in quella che è la piazza più critica del quartiere, forse quella in cui l’identità è più fragile, se non inesistente, rispetto ad altre zone del Giardino” commenta l’assessore alla sicurezza Aldo Modonesi.

Nell’ultimo anno, infatti, molti sono stati gli sforzi per convogliare gli eventi culturali più importanti della città (spesso non collegati a uno specifico luogo) nelle diverse piazze del quartiere Giardino. Per otto venerdì, tra luglio e agosto, piazzale Castellina si trasformerà in una sala di proiezioni a cielo aperto.

Si parte venerdì 6 luglio con il musical La La Land, vincitore di sei premi Oscar, e si proseguirà con Brutti e Cattivi il 13 luglio, Sing street il 20 luglio, Veloce come li vento il 27 luglio, Perfetti sconosciuti il 3 agosto, La pazza gioia il 10 agosto, Captain Fantastic il 17 agosto e La ragazza del treno il 24 agosto, con inizio proiezioni, tutte gratuite, alle 21.30.

Duecento i posti a sedere. “È per noi un piacere lavorare su piazzale Castellina – racconta Alice Bolognesi, presidente Arci Ferrara – perché come sta succedendo anche in altre arene estive sperimentali di quartiere, il cinema è una delle attività che può aiutare a far rivivere il nostro”. Sperimentare gli spazi, per far emergere ulteriori idee. “Ci siamo presi l’impegno di dare risposta ai tanti residenti della zona che ci chiedevano di non concentrare la gran parte degli eventi in centro storico – aggiunge l’assessore alla cultura Massimo Maisto – e ora il centro di Ferrara Estate, con più di un centinaio di iniziative è il Giardino. Lo è quest’anno e lo sarà nei prossimi anni a venire, perciò se ci sono altre idee su giardini, piazze e parcheggi della zona, siamo aperti alle proposte”.