Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 mag 2022

Bambina investita da un Suv a Ferrara: è gravissima

La piccola stava passeggiando con la famiglia a Renazzo, quando all’incrocio è stata travolta. Un residente: "Ho sentito delle urla"

28 mag 2022
laura guerra
Cronaca
Sopra i carabinieri durante i rilievi all’incrocio dove è avvenuto l’impatto e sotto dove si è fermata l’auto
I carabinieri durante i rilievi all’incrocio dove è avvenuto l’impatto
Sopra i carabinieri durante i rilievi all’incrocio dove è avvenuto l’impatto e sotto dove si è fermata l’auto
I carabinieri durante i rilievi all’incrocio dove è avvenuto l’impatto

Ferrara, 28 maggio 2022 - Tantissima paura giovedì sera a Renazzo, quando una bambina di 10 anni è stata investita da un Suv in via Collari, all’incrocio con via Cavicchi. In un attimo una passeggiata felice in famiglia si è così trasformata nel peggiore degli incubi per dei genitori che ora stanno vivendo il dramma per la loro piccola creatura che è ricoverata al Sant’Orsola, in prognosi riservata, a causa dei numerosi traumi riportati nell’incidente.

La piccola sta combattendo come una leonessa per tornare da mamma, papà e dalla sorellina. Erano le 21.20 circa: la famigliola stava passeggiando lungo via Cavicchi, una strada ghiaiata e, poco distanti da casa, giunti all’incrocio con via Collari, l’intenzione era di attraversare per proseguire verso via Cavicchi. E’ in questo punto però, che il tempo si è fermato, tra le urla e la necessità di chiedere subito l’intervento dei soccorritori. Stando a una prima ricostruzione dei fatti che dovrà trovare conferma dalle indagini in corso, un’auto proveniente da Bevilacqua in direzione Renazzo, arrivata vicino all’incrocio, avrebbe investito la piccina, per poi sbandare e fermarsi un paio di metri più avanti nella corsia opposta.

La piccola è stata sbalzata nel fossato erboso alla sinistra della vettura. Allertati subito i soccorsi, sono giunti sul posto le pattuglie dei carabinieri delle Stazioni di Casumaro e di Vigarano Mainarda, i vigili del fuoco per aiutare anche con l’illuminazione e i sanitari del 118 che giunti all’incrocio, hanno riscontrato l’investimento della ragazzina di dieci anni, trovandola sul ciglio della strada priva di sensi, insieme ai genitori. Sulla strada, anche il 55 enne del luogo, che era alla guida della Land Rover coinvolta nell’incidente.

Le condizioni della piccola sono state subito ritenute molto gravi: avrebbe riportato numerosi traumi che hanno reso necessario il trasferimento in elisoccorso all’ospedale Sant’Orsola di Bologna, dov’è poi stata sottoposta nella notte a un delicato intervento chirurgico. La bimba è ricoverata in prognosi riservata ma sul finire della giornata, pur confermandosi la gravità della situazione, pare che non sia in pericolo di vita. Sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri per stabilire la dinamica del sinistro stradale e tra i vari elementi in esame, anche la poca visibilità sia per l’auto che per la bambina, a causa della vegetazione che sporge sulla strada.

L’impatto è avvenuto in un punto dove sono numerosi i cartelli del limite dei 50 chilometri orari. Anche ieri i militari erano sul luogo dell’incidente per proseguire nei rilievi planimetrici e fotografici che faranno parte dell’informativa all’autorità giudiziaria. "Siamo tutti sconvolti – dice un residente di via Collari – più volte abbiamo segnalato la pericolosità della strada, la poca visibilità e l’alta velocità delle auto che percorrono il ‘drittone’. Non è la prima volta che accadono incidenti". "Il mio vicino ha sentito le urla della mamma ed è corso – racconta un altro – ci si stringe il cuore a pensare a questa bambina e a cosa stiano passando i genitori. Stiamo tutti pregando per lei".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?