Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Covid, incidenza in lieve crescita Ancora 150 positivi e due decessi

Il punto con il direttore della medicina di distretto Bentivegna: "Il 94% dei pazienti è asintomatico". I posti letto dedicati alla pandemia sono al completo. Due disponibili in terapia intensiva. Stabili i ricoveri

Alcuni sanitari al lavoro all’interno di un reparto di terapia intensiva (foto d’archivio)
Alcuni sanitari al lavoro all’interno di un reparto di terapia intensiva (foto d’archivio)
Alcuni sanitari al lavoro all’interno di un reparto di terapia intensiva (foto d’archivio)

E mentre l’Italia si appresta ad avviare le procedure, da oggi, per la somministrazione della quarta dose anche agli over 80 e ai fragili dai 60 anni resta abbastanza stabile la situazione dei contagi nel ferrarese. Una pandemia che, come detto da molti, non è finita e che in questi due anni ha contribuito ad accentuare altre problematiche già esistenti, come ad esempio l’abuso di sostanze alcoliche.

Se ne è parlato nel consueto appuntamento con Salute Focus Ferrara, con Roberto Bentivegna della direzione Medica di Distretto Ausl Ferrara, Luisa Garofani direttrice del Serd Ausl Ferrara e Massimo Trombini tossicologo - Serd Ausl Ferrara.

Il punto sui contagi. "Il virus non molla la presa – ha sottolineato in apertura Roberto Bentivegna – a Ferrara non aumenta in maniera importante per fortuna, ma un lievissimo aumento c’è. L’incidenza si attesta poco sopra i 600 casi ogni 100mila abitanti mentre i positivi totali in tutta la provincia a ieri erano 4835". Va detto, ha aggiunto Bentivegna, "che di questi il 94% sono asintomatici, e del restante 6% con sintomi una piccola parte necessita di ricovero". "Tuttavia – così il direttore della Medicina di Distretto – è una quota che comunque mette in difficoltà gli ospedali che vedono i 120 posti letto disponibili Covid (senza parte pediatrica) completi, mentre ci sono due posti letto in terapia intensiva. Ormai, ha aggiunto, assistiamo ad un equilibrio giornaliero tra dimissioni ed ingressi che permette di gestire la situazione".

Al via la quarta dose . "E’ in partenza una nuova fase vaccinale con la quarta dose per over 80 e over 60 fragili. In provincia di Ferrara – ha spiegato Bentivegna – sono circa 43mila persone, se si esclude chi dopo il booster ha avuto infezione il numero scende a 40mila. L’azienda, ha aggiunto ancora, è pronta per poter dare avvio anche a questa fase con la macchina che si è ampiamente rimessa in moto. Prevediamo di concludere questa fase della campagna vaccinale in circa un mese e mezzo".

Il bollettino sanitario. Il Covid non frena la sua corsa. Infatti, stando ai dati forniti dalle aziende sanitarie, nelle ultime 24 ore, i contagi si attestano a quota 150. In più si registrano altri due decessi. Si tratta di due donne: una originaria di Lagosanto, di 76 anni e una di 85 anni originaria di Bondeno. Più o meno in linea con il trend degli ultimi giorni il numero dei ricoveri all’ospedale Sant’Anna di Cona. Sono infatti entrati cinque nuovi pazienti, a fronte di quattro dimissioni. Numeri sempre più esigui sul fronte della campagna vaccinale. Lunedì sono state effettuate 111 vaccinazioni (tre prime dosi, 34 seconde dosi, 70 terze dosi e 4 quarte dosi).

re. fe.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?