La protesta per strada a Gorino
La protesta per strada a Gorino

Ferrara, 24 ottobre 2016 - Il prefetto Michele Tortora ha requisito l’ostello di Gorino per ospitare profughi, ma i cittadini di Goro e Gorino hanno costruito barricate in serata, bloccando le strade, per impedire il passaggio del pullman scortato dalle forze dell’ordine.

Bancali di legno sono stati posizionati in tre punti d’accesso a Gorino e sarebbe in corso una mediazione con le decine di manifestanti aggregati ai blocchi. L’arrivo era annunciato nell’ambito dell’accoglienza nazionale. La decisione di requisire parzialmente l’ostello bar Amore-Natura, «tenuto conto della saturazione delle strutture già funzionanti», spiega la Prefettura, è per ospitare 11 donne, «gruppo di migranti assegnato alla provincia di Ferrara». Il prefetto spiega che la requisizione «ha carattere eccezionale straordinario», rivolgendo un appello «ad amministrazioni pubbliche, associazioni di volontariato e strutture ecclesiastiche affinché offrano ogni collaborazione», anche per «ulteriori esigenze», verosimili «anche a breve».