Vasco Rossi sarà in concerto in autodromo a Imola il 26 giugno
Vasco Rossi sarà in concerto in autodromo a Imola il 26 giugno

Imola, 19 novembre 2019 - E' cominciata ieri a mezzogiorno la corsa ai biglietti per il concerto di Vasco in Autodromo il 26 giugno 2020. Ancora per due giorni, la prevendita dei tagliandi per lo show in città è però riservata ai soli iscritti al fan club ufficiale del Blasco. La messa in vendita generale dei biglietti (per Imola, ma anche per Firenze, Milano e Roma) inizierà infatti solo a partire dalle 11 di giovedì 21 novembre sulle piattaforme Vivaticket.it, Ticketmaster.it, TicketOne.it e in tutti i punti autorizzati.

Ora però si conoscono anche i prezzi dei tagliandi. Tagliandi che, come già confermato nei giorni scorsi dagli organizzatori, saranno nominali in modo da contrastare le attività di bagarinaggio (in Rete e non solo). Si tratta di prezzi che, come detto, si riferiscono ai biglietti messi a disposizione in queste ore soltanto degli iscritti al fan club ufficiale di Vasco. Ma che quasi certamente non subiranno variazioni una volta che inizierà la vendita aperta a tutti. L’unica differenza, al momento, sembra infatti quella che i biglietti acquistati in questa fase dagli iscritti fan club «avranno una grafica esclusiva e dedicata», come indicato ieri sul sito Internet ufficiale di Vasco. E che i sostenitori ‘certificati’ del rocker di Zocca, tra i quali ci sono tanti imolesi, avranno «un accesso dedicato all’evento»; almeno dove questo sarà possibile.

I prezzi sono uguali per tutte le date. Il totale, comprensivo di tutte le commissioni di prevendita, è di 91,43 euro per il settore Pit 1 (quello più a ridosso del palco, nel quale solitamente in Autodromo trovano posto tra le 5mila e le 10mila persone) e di 79,24 euro per il restante Posto unico, vale a dire la seconda fascia che, con il palco sistemato come per gli AC/DC e i Guns N’ Roses, arriva fino alla Rivazza. Prezzi ticket disabili: 79,24 euro per le date di Firenze, Roma e Imola. Gratuito per la data di Milano. L’accompagnatore del disabile entra sempre gratuitamente. I minori entrano gratis senza biglietto fino a 3 anni (4 anni non compiuti il giorno del concerto). Da 4 anni in su pagano regolarmente.

L’evento «è soggetto alla nuova normativa che prevede l’obbligo della nominatività per ogni biglietto emesso ed il successivo controllo del titolare del biglietto all’ingresso dell’evento – si legge in queste ore sul sito Internet vascononstop.vivaticket.it, dedicato appunto alla vendita dei tagliandi –. Ciascun titolo di accesso riporterà il nome e il cognome dell’utilizzatore del biglietto immessi in fase d’acquisto. Il giorno dell’evento, all’ingresso, oltre al biglietto, sarà richiesto anche un documento d’identità valido per verificare la correttezza del nominativo riportato».
Ciascun biglietto «potrà entrare solo una volta e non è consentito uscire e rientrare», ricordano da Vivaticket, segnalando che «agli ingressi verranno effettuati controlli di sicurezza e perquisizioni, anche con metal detector». Infine un avvertimento: «Non portare con te nessuno oggetto ingombrante o che possa essere ritenuto pericoloso per te o per l’altrui incolumità».

AGGIORNAMENTO Server intasati e fan in coda