Sofia Cristicini mostra ‘Geronimo’ applicato al Pos. Dietro, la collega Katiuscia
Sofia Cristicini mostra ‘Geronimo’ applicato al Pos. Dietro, la collega Katiuscia

Si chiama Geronimo ed è un alloggiamento per il terminale Pos (dove si inserisce la card del bancomat) con una speciale luce della gamma ultravioletta (Uv-C) in grado di sanificare in pochi minuti la tastiera numerica dove tutti digitano il codice quando si paga. È un brevetto di Team srls, piccola impresa imolese di elettronica. L’azienda, che ha richiesto una consulenza a Confartigianato nella fase di start-up del prodotto, prevede di consegnare a breve i primi pezzi dedicati ai negozi e alle attività commerciali o di servizio che ne faranno richiesta, ordinando direttamente all’impresa. In fase di sviluppo anche una variante del dispositivo, pensata per l’installazione nei banchi cassa dei supermercati.

Proprio nella sede di Imola di Confartigianato è stato installato il primo Geronimo: è un supporto discreto e leggero, su cui alloggiare il Pos. Montata su un apposito supporto a stelo, la fonte luminosa irradia il dispositivo di pagamento e si spegne quando la mano del cliente, o del commesso, esegue la transazione.

Lo presenta Sofia Cristicini, giovane titolare dell’azienda, insieme al padre Claudio: "Geronimo nasce soprattutto per aiutare le persone a salvaguardare la loro salute: ci piace l’idea di contribuire a riportare un po’ di serenità e sicurezza in un momento della nostra vita quotidiana come quello del fare acquisti. "Una parte dei ricavi della vendita dello strumento andrà in beneficenza", aggiunge la Cristicini. Info 353 4227912.