di Lorena Cellini

Aveva messo a segno diversi furti sul litorale, vittime soprattutto i bagnanti del lungomare nord, e ieri mattina è stato un intervento congiunto tra la polizia e i vigili urbani a mettere fine alla sua carriera. Almeno per ora. Gli agenti del commissariato hanno caricato sull’auto di pattuglia un romeno, bloccato tra gli stabilimenti balneari Attilio e Il Veneziano. Gli accertamenti effettuati hanno consentito agli inquirenti di addebitargli la responsabilità di almeno un paio di furti.

Denunce erano state presentate perché erano spariti telefoni cellulari e borse che, per le forze dell’ordine, è stato proprio il rumeno ad arraffare. L’operazione si è svolta sotto gli occhi dei bagnanti. L’uomo bazzica Civitanova da qualche tempo, ma non ha una dimora fissa in città.

Ufficialmente risulta risiedere a Roma e andava avanti mettendo a segno piccoli furti e campando di espedienti.

L’uomo non quindi ha opposto resistenza ed è stato accompagnato negli uffici del commissariato per l’identificazione. A suo carico sono anche risultati diversi precedenti.

La polizia lo ha denunciato e ha disposto l’allontanamento dalla città di Civitanova.