"Decameron 2021… mai stati tanto attaccati alla vita" è il titolo della Notte nazionale del liceo classico Filelfo di Tolentino, in diretta live streaming domani dalle 16.30 alle 20 sul canale YouTube e sulla pagina Facebook dell’istituto. L’iniziativa, giunta alla sua VII edizione, è frutto del gioco di squadra tra gli...

"Decameron 2021… mai stati tanto attaccati alla vita" è il titolo della Notte nazionale del liceo classico Filelfo di Tolentino, in diretta live streaming domani dalle 16.30 alle 20 sul canale YouTube e sulla pagina Facebook dell’istituto. L’iniziativa, giunta alla sua VII edizione, è frutto del gioco di squadra tra gli studenti del liceo classico e del liceo classico della comunicazione, le professoresse Claudia Canestrini, Laila Boldorini e Laura Dionisi, con la collaborazione di Riccardo Minnucci, Carlo Cartuccia, Michele Polisano e Edoardo Costantini. Un’ottantina di ragazzi sono scesi in campo: qualcuno si è occupato di riprese, qualcun altro di montaggio e altri ancora delle mascherine personalizzate. La cornice del Decameron ha come scenario il parco della tenuta de "Il Pollenza", dove sono avvenute le registrazioni. Al posto dei dieci novellatori del Boccaccio, ci sono 16 novellatori nostrani; va da sé il collegamento della peste del Trecento con la pandemia attuale. Gli studenti leggeranno una carrellata di passi della letteratura su questo tema: da Omero a Saramago, passando per Tucidide, Lucrezio, gli autori della "Peste Antonina", lo stesso Boccaccio, Manzoni, Camus e Roth. Tra una lettura-giornata e l’altra, invece delle novelle ci saranno dei video, realizzati dai ragazzi dal 2016 ad oggi, di cui due nuovi: "La scuola nell’era predaddiana" e "Disadattati a distanza". Lo scopo è lanciare un messaggio specifico: malgrado il dolore e il disagio dovuti al periodo, grande è l’attaccamento alla vita degli studenti, con la loro allegria e la loro ironia. Da qui, la citazione ungarettiana come sottotitolo.