Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
14 giu 2022

"Scarto minimo, premiati i nostri sforzi"

"Porteremo avanti il progetto dai banchi dell’opposizione. Lucarelli sia anche la voce di chi non lo ha votato"

14 giu 2022
Sandro Sborgia aveva deciso di ricandidarsi dopo essere stato sfiduciato
Sandro Sborgia aveva deciso di ricandidarsi dopo essere stato sfiduciato
Sandro Sborgia aveva deciso di ricandidarsi dopo essere stato sfiduciato
Sandro Sborgia aveva deciso di ricandidarsi dopo essere stato sfiduciato
Sandro Sborgia aveva deciso di ricandidarsi dopo essere stato sfiduciato
Sandro Sborgia aveva deciso di ricandidarsi dopo essere stato sfiduciato

Perdere per un distacco percentuale di 1,28, rappresentato da sole 46 schede, brucia enormemente. Il candidato sindaco Sandro Sborgia, però, accetta la sconfitta e fa i "complimenti al sindaco Lucarelli che la città ha scelto". "Mi auguro – aggiunge – che faccia per il bene di Camerino e che sia il sindaco di tutti i cittadini, anche di coloro che non l’hanno votato". Poi alcune considerazioni sull’esito delle urne. "Uno scarto così minimo fra le due liste – spiega Sborgia – vuol dire comunque che le persone hanno apprezzato gli sforzi che la precedente amministrazione ha compiuto per ricostruire e far ripartire la città. Vogliamo pensare che il nostro lavoro sia stato apprezzato, nonostante siamo stati costretti ad operare fra mille difficoltà nel corso dei due anni di pandemia. Adesso si cominciano a vedere i risultati dell’impegno profuso, che non sono certo da buttare. Anzi, guai a disprezzare ciò che di buono abbiamo fatto. Porteremo avanti le nostre idee e il nostro lavoro anche dai banchi dell’opposizione". Fin qui il candidato sindaco Sborgia che, come detto, ha rinunciato poi a partecipare alla proclamazione degli eletti. Nella sede dei seggi e dell’ufficio elettorale si è visto solo Alberto Cavallaro, candidato della lista, risultato non eletto con 207 preferenze. Entra invece in consiglio comunale l’ex vicesindaco Lucia Jajani (la più votata fra i suoi, con 378 preferenze), mentre non ce l’ha fatta l’ortopedico Stefano Sfascia, già assessore, fermatosi a quota 239: due preferenze in meno dell’ultimo degli eletti per "Ripartiamo", Luca Marassi. Infine, un’ultima curiosità: la lista di Lucarelli ha espresso complessivamente 2.442 voti di preferenza in favore dei singoli candidati; la lista di Sborgia, invece, ne ha ricevute in tutto 2.019. Da ultimo, nel seggio 6, Lucia Jajani ha ottenuto 65 consensi personali, record tra i candidati di questa lista nelle otto sezioni.

m. g.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?