Tolentino, un edificio danneggiato (Ansa)
Tolentino, un edificio danneggiato (Ansa)

Tolentino (Macerata), 30 ottobre 2016 - Crolli e panico a Tolentino dopo l'ultima, terribile scossa di stamattina. Tre persone sono state salvate dalle macerie, mamma, papà e figlio, che sono risuciti a fuggire dalla loro casa che stava crollando. Per ora, fa sapere la Protezione civile, non sono segnalate vittime, e sono in corso le operazioni per mettere in salvo le persone anziane rimaste bloccate in case pericolanti. 

Nel centro storico, in via Trento e Trieste, ci sono stati crolli totali di case. Fra i crolli per la scossa di stamattina, c'è quello di una palazzina via Pasubio, già evacuata dopo il terremoto di mercoledì. In via Pasubio, una 89enne è stata portata in salvo (VIDEO). Un'altra anziana, in questo caso bloccata a letto, è stata soccorsa e portata fuori.

"E' stata una scossa fortissima - spiega il capo della Protezione civile delle Marche Cesare Spuri -. Oltre a Tolentino, ci segnalano crolli a Muccia e in tutto l'entroterra Maceratese. Stiamo cercando di capire se ci sono altre persone sotto le macerie". 

"Le comunicazioni sono difficili - dice il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi -. È più drammatico delle altre volte, la situazione è esplosiva e le scosse si susseguono. Non è facile calmare la gente, i cittadini piangono e urlano".

Gli sfollati possono trovare accoglienza negli impianti sportivi di zona Sticchi, di fianco la piscina comunale, nella palestra della scuola King, nell'oratorio e locali della chiesa dello Spirito Santo in via Brodolini, nel Palasport Chierici in viale della Repubblica, negli ex locali della Tigotà nella zona commerciale Oasi, di fronte alla multisala Giometti. E ancora, brandine allestite nei locali dell'ex concessionaria Toyota, nella zona commerciale La Rancia nei pressi dello svincolo della superstrada. Il consiglio dell'amministrazione comunale è di portare coperte e indumenti caldi per trascorrere la notte.

Tutti gli spazi, compatibilmente con le disponibilità, sono stati attrezzati con brandine e anche con lettini da spiaggia messi a disposizione dagli stabilimenti balneari di Civitanova Marche e Potenza Picena.