Bologna, 13 dicembre 2018 – “Domani ci aspettiamo la neve”. Esordisce così Alessandro Donati dell'Arpae Emilia Romagna che ci aggiorna sulla situazione meteo della nostra regione. Buone notizie, quindi, per gli appassionati di sci: nel weekend aprono i primi impianti dal Cimone al Corno alle Scale (le novità e le promozioni).

“Anche a distanza di 24 ore - spiega Donati- i modelli matematici danno previsioni diverse rispetto ai giorni scorsi”. Oggi, infatti, chi ha sperato di svegliarsi ammirando la città imbiancata è rimasto deluso: sono caduti solo pochi fiocchi coreografici e niente più.

Previsioni meteo, è il momento della neve

“Un po’ di neve è caduta al di sopra dei 700 metri sull’Appennino Romagnolo, in particolare nella zona di San Marino. Nella prima parte della giornata di venerdì – prosegue Donati - si prevede neve sempre sull’Appennino romagnolo sopra i 500 metri, precipitazioni che porteranno cumuli anche di 20 centimetri e 30 nelle zone più alte. La Protezione civile ha infatti emesso un’allerta. Nella parte dell’Emilia da Piacenza a Reggio Emilia non ci aspettiamo precipitazioni significative. Sull’Appennino bolognese sono previste precipitazioni di debole intensità. E sulla parte di pianura centro orientale, dal Bolognese al Forlivese e al Cesenate, non escludiamo per la prima parte della giornata di venerdì episodi temporanei e brevi di pioggia mista a neve che non coinvolgeranno però Rimini. Già dal pomeriggio la situazione dovrebbe migliorare. Venerdì non ci sarà una grossa escursione termica: la mattina il termometro misurerà tra lo zero, nell’entroterra, e i quattro gradi. Le massime pomeridiane oscilleranno intorno ai 5 gradi”.

Quelle di sabato e domenica saranno, invece, le mattine più fredde con temperature al di sotto dello zero: dai meno 5 ai meno 6 gradi. Mentre le massime pomeridiane si attesteranno sempre intorno ai cinque gradi. Ma nonostante la temperatura gelida, sabato si prevede bel tempo. “Ci sarà un netto miglioramento in tutta la regione – dice Donati -, con il sole che risplenderà alto e un cielo terso. Per la giornata di domenica, invece, è previsto un peggioramento. Si parte bene al mattino, sempre con il sole, nel corso della serata potrebbe nevicare anche a bassa quota. Quindi i fiocchi potranno cadere tra domenica sera e lunedì mattina. Considerando le temperature gelide mattutine, la neve trova una situazione ottimale per attecchire anche in pianura”.



E chi ama la neve, spesso adora sciare. Ecco allora l’elenco degli impianti sciistici che aprono le porta agli appassionati degli sport invernali, meteo permettendo: 

Campigna Monte Falco, apertura prevista 22 dicembre – chiusura 31 marzo
Cerreto Laghi, previsione apertura 22-23 dicembre – chiusura 14 aprile
Cimone (video), apertura 15 dicembre – chiusura 14 aprile
Corno alla Scale, apertura parziale sabato 15 e domenica 16 dicembre. Riapertura definitiva con le 6 piste sabato 22– chiusura 7 aprile
Febbio previsione apertura 23 dicembre – chiusura 7 aprile
Fiumalbo/Doccia, già aperto dall'8 dicembre – chiusura 7 aprile
Fumaiolo già aperto dal 7 dicembre – chiusura 7 aprile
Passo Penice apertura 15 dicembre – chiusura 10 marzo
Piandelagotti/Frassinoro, apertura 15 dicembre- chiusura 31 marzo
Piane di Mocogno, apertura 15 dicembre – chiusura 1 marzo
Pratizzano previsione apertura 23 dicembre – chiusura 31 marzo
Pratospilla previsione apertura 23 dicembre – chiusura 31 marzo
Sant'Annapelago (Pievepelago), apertura 22 dicembre – chiusura 31 marzo
Schia Monte Caio, possibile apertura 15 dicembre – 31marzo
Ventasso Laghi previsione apertura 23 dicembre – chiusura 31 marzo