Si occupano di progettazione e realizzazione di soluzioni per la sanità. La prima esperienza sul campo l’hanno avuta dopo il sisma del 2012 nella Bassa, dove hanno contribuito alla realizzazione, di ambulatori medici, con altre aziende del territorio. Ora Stefano Colletta e Maria Grazia Marchi, soci di Excellence International Consultancy & Krea, con sede a Modena, sono al lavoro per allestire un TriageP.S. Covid-19 davanti all’Ospedale di Vignola. "In pratica – spiegano Maria Grazia Marchi e Stefano Colletta...

Si occupano di progettazione e realizzazione di soluzioni per la sanità. La prima esperienza sul campo l’hanno avuta dopo il sisma del 2012 nella Bassa, dove hanno contribuito alla realizzazione, di ambulatori medici, con altre aziende del territorio. Ora Stefano Colletta e Maria Grazia Marchi, soci di Excellence International Consultancy & Krea, con sede a Modena, sono al lavoro per allestire un TriageP.S. Covid-19 davanti all’Ospedale di Vignola.

"In pratica – spiegano Maria Grazia Marchi e Stefano Colletta – realizziamo presidi di pronto soccorso con soluzioni modulari personalizzabili come metratura e soprattutto rapidamente collocabili. Queste strutture si chiamano First Aid Covid 19, sono impiegabili per una diagnosi rapida del virus con zona di isolamento, punto per effettuare tamponi, punto prelievi, dotate di soluzioni che contribuiscono alla riduzione della carica di batteri e virus".

Ecco quindi che l’esperienza e le capacità di questa azienda, si sono concretizzate in Italia e a Vignola: "L’idea nasce al rientro da un viaggio di lavoro a Dubai alla fine dello scorso gennaio. – spiega Maria Grazia Marchi – Mettendo insieme le esperienze sui mercati esteri, anche relativamente al mercato cinese, iniziammo a progettare una soluzione modulare di First Aid Unit for Covid-19 da portare in Cina. Ma giorno dopo giorno, la situazione in Italia andava peggiorando, e cosi abbiamo deciso di concentrarci sul mercato interno. Da qui l’incarico di fornire su Vignola: una soluzione di circa 75 mq, in grado di supportare l’ospedale nella fase di accettazione del paziente potenzialmente affetto da Covid-19. Quindi, nel momento in cui la Soluzione Modulare Triage Covid-19 sarà completata tra pochi giorni, sarà in grado di accogliere 56 pazienti contemporaneamente, isolati in specifici ambienti e ai quali sarà possibile prestare le prime assistenze sempre all’interno della Soluzione Modulare, in un ambiente in cui si riduce il rischio di contaminazione e favorisce la sicurezza di operatori e pazienti. Un merito importante è doveroso attribuirlo alle Fondazione di Vignola, Fondazione di Modena e alle Fondazioni Cassa di Risparmio di Carpi e di Mirandola, le quali hanno dato vita al Fondo per l’Emergenza Epidemiologica da Covid-19, di concerto con AUSL di Modena per aver creduto fin da subito in questo progetto. Un merito speciale – conclude – ci sentiamo di rivolgerlo alla Direzione, al personale medico ed infermieristico, dell’Ospedale di Vignola, ai volontari che in questa emergenza, fanno apparire tutto ciò, quotidianamente più semplice da affrontare".