Monopattini elettrici in centro
Monopattini elettrici in centro

Modena, 2 agosto 2019 - «Lo specifica pure il sito che pubblicizza il prodotto: su strada quel monopattico elettrico, munito di sellino, non può circolare. E’ come percorrere la strada sui pattini o in minimoto: non sono previsti dal codice della strada perché al momento sono catalogati come ‘giocattoli’». Così il commissario della municipale Francesco Crudo spiega quella maxi multa da 5mila euro scattata nei confronti di un modenese sorpreso a bordo di un monopattino in centro.

E’ la prima sanzione di questo genere in città?

«A Modena sicuramente la prima ma sarebbe scattata anche per l’utilizzo di un monopattino senza motore o per qualsiasi altro mezzo che per strada non può circolare. Il monopattino come la minimoto, per intenderci, può circolare solo in aree private».

Eppure si vedono da tempo cittadini girare in monopattino per strada. Perché non sono state fatte multe in precedenza?

«Perché forse queste persone non sono incappate nei nostri controlli».

Avete fatto un verbale di 5mila euro a un cittadino che girava col suo monopattino in centro. Come mai la sanzione è così elevata?

«Si tratta di diverse contestazioni. L’articolo 46 del codice della strada descrive i vari veicoli con un motore di qualsiasi tipo e condotti dall’uomo. L’articolo 190, poi, esplicita come sia vietata la circolazione mediante tavole, pattini o altri ‘acceleratori di andatura’ sulla carreggiata. A ciò si aggiunge il fatto che il conducente in questione era sprovvisto di patente, targa, copertura assicurativa, immatricolazione, casco. Anche l’autista di un tir, sorpreso a viaggiare nelle stesse condizioni, si sarebbe visto compilare lo stesso verbale».

Quindi, nonostante si avvicini la sperimentazione della micromobilità elettrica in città, questi mezzi sono vietati?

«Assolutamente sì, per una questione di sicurezza del conducente e degli altri utenti della strada. Se l’uomo sopreso sul monopattino avesse investito qualcuno sarebbe stato privo di copertura assicurativa. E sull’ultimo decreto vi è una pagina esplicativa che spiega cosa rientra nella sperimentazione, e quel tipo di monopattino con sellino, ad esempio, non compare. In più la potenza era superiore al consentito. Saranno inseriti nel codice i ‘nuovi veicoli’ quando vi sarà un’omologazione degli stessi, con le regole per poterli utilizzare».