Sassuolo, in ospedale arriva il primo distributore automatico di riviste e giornali gestito direttamente dall’edicolante

L’inaugurazione questa mattina alla presenza del presidente della Fieg ed editore di QN, il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno Andrea Riffeser Monti: “Un modo per contrastare la desertificazione dei punti vendita della stampa”

L'inaugurazione del primo distributore automatico di riviste e quotidiani gestito dall'edicolante: al centro il presidente della Fieg Andrea Riffeser Monti, a destra l'edicolante Monica Berzellini

NUOVO DISTRIBUTORE GIORNALI OSPEDALE DI SASSUOLO

Sassuolo (Modena), 22 febbraio 2024 – Leggere il proprio giornale preferito può essere di conforto, anche quando si sta in ospedale. Il profumo della carta stampata torna fra le mura dell’ospedale di Sassuolo, dopo la chiusura dell’edicola durante la pandemia Covid-19.

Di fianco al bar, al primo piano della struttura, è stato installato un distributore automatico di giornali e riviste, che consente già alle 8 di mattina, di trovare il proprio quotidiano preferito: e questo è il primo in Italia gestito direttamente da una edicolante.

Il distributore, inaugurato questa mattina alla presenza del presidente della Federazione italiana editori giornali (Fieg), nonché editore di QN, il Resto del Carlino, La Nazione e Il GiornoAndrea Riffeser Monti, rappresenta una nuova frontiera nella ormai cronica carenza di edicole che affligge tutto il territorio e crea un’alchimia perfetta fra tradizione e innovazione. “Un modo per contrastare la desertificazione dei punti vendita della stampa e avvicinare il giornale ai lettori e ai cittadini. L’installazione di distributori automatici – sottolinea il presidente Fieg – rappresenta un importante strumento per garantire la presenza dell’informazione di qualità nei luoghi di incontro dei cittadini, compresi gli ospedali”.

Sono numerose “le iniziative che sono state portate avanti insieme ai sindacati, anche in collaborazione con il Governo, per sostenere la rete di vendita e per favorire iniziative imprenditoriali per la massima diffusione dei giornali attraverso le edicole (si veda, ad esempio, il finanziamento con il Fondo straordinario per l’editoria delle attività aggiuntive con risorse dedicate)”. L’obiettivo comune - prosegue Riffeser Monti - è quello di favorire l’acquisto dei giornali da parte dei lettori, anche tenuto conto dei cambiamenti della vita quotidiana (ad esempio con le consegne a domicilio e con la attivazione da parte degli stessi edicolanti di nuovi punti aggiuntivi finanziati con il bonus). Non possiamo, tuttavia, non rilevare come la chiusura dei punti vendita renda sempre più difficile per i lettori trovare il giornale, a questo problema intendiamo porre rimedio con diverse attività in collaborazione con gli edicolanti”.

Entusiasta Monica Berzellini, edicolante da 13 anni nel quartiere Braida di Sassuolo, che si occuperà della gestione del distributore, la prima edicolante in Italia a farlo: “Mi occuperò di rifornirlo quotidianamente, sono 22 testate tra quotidiani e riviste. L’iniziativa è molto interessante ed è fondamentale che non sia in concorrenza, ma in collaborazione con le edicole. E’ un sistema che guarda al futuro, perché molti dei clienti magari hanno difficoltà a raggiungere le edicole e aumentare questo tipo di punti di vendita può essere una soluzione”.

L’ospedale di Sassuolo, “sempre attento a promuovere l’umanizzazione degli ambienti ospedalieri e di accoglienza – ha rimarcato il direttore generale Stefano Reggiani - è molto orgoglioso di poter riportare un servizio tanto importante a tutti i suoi pazienti e anche ai sanitari. Ringraziamo la Fieg e il Quotidiano Nazionale per questa opportunità che, ne siamo certi, raccoglie l’interesse dei cittadini e anche delle istituzioni locali”.

La struttura ospedaliera di Sassuolo è la prima in provincia di Modena a dotarsi di questo distributore, dopo l’ospedale Bellaria (Bologna) e quello di Cona (Ferrara), e lo fa grazie alla collaborazione con la Fieg, che sta promuovendo questa iniziativa fortemente voluta dal presidente Riffeser Monti e dalla società di distribuzione Artoni group. All’inaugurazione hanno partecipato anche il sindaco di Sassuolo, Francesco Menani e il presidente della Provincia Fabio Braglia, ricordando il valore sociale e culturale della presenza della carta stampata in tutti i luoghi pubblici.