Ciclista
Ciclista

Parma, 17 giugno 2021 – Mancano pochi giorni alla seconda edizione della 'Bike riding for Parkinson Italy', un viaggio in bicicletta di 650 km in otto tappe da Torino a Venezia, per sensibilizzare sulla malattia di Parkinson e sull'importanza dello sport per combattere la difficoltà di movimento e uscire dall'isolamento. L'iniziativa, al via domenica 20 giugno, è organizzata dall'Associazione Parkinson&Sport con il sostegno di Chiesi Italia, filiale italiana del Gruppo Chiesi, azienda farmaceutica con sede a Parma.

La lotta al Parkinson

La corsa coinvolgerà 22 ciclisti che hanno deciso di non farsi fermare dal Parkinson, una malattia neurologica degenerativa cronica, che produce limitazione nei movimenti, rigidità muscolare, tremore e compromissione dell'equilibrio. Proprio per questo, lo sport e l’attività fisica rappresentano un deterrente per chi è affetto da questo disturbo.

"È una malattia difficile da accettare – ha spiegato Stefano Ghidotti, presidente dell'Associazione Parkinson&Sport - soprattutto quando insorge in giovane età, portando con sé disagi e isolamento. Lo scopo della Bike riding è testimoniare che si può convivere con il Parkinson senza rinunciare alle proprie passioni, e che lo sport è una potente medicina che migliora il decorso della malattia e il benessere psicofisico, e insegna a condividere la vita con gli altri".