La presentazione della rassegna in Provincia
La presentazione della rassegna in Provincia

Pesaro, 10 giugno 2019 - Raccontare realtà vicine e lontane, attraverso la musica, le storie, il teatro ed altre forme d’arte. Il tutto, a partire dalla considerazione che l’Italia è il paese dei mille campanili, dei mille dialetti, storie e culture. Quindi, cercare di conoscerli meglio sarà il comune denominatore delle iniziative che, da venerdì 14 giugno, animeranno la V edizione della rassegna itinerante “Terre e Immagini – racconti di uomini e atmosfere”. La manifestazione nasce da un’idea del presidente dell’associazione culturale “I Fanigiulesi” Fabio Brunetti, che ne ha anche la direzione artistica. E vede i patrocini e contributi dei Comuni di San Costanzo, Monte Porzio, Isola del Piano, Mondavio e del Comitato cittadino di Stacciola, oltre al patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino.

“Con questa manifestazione, nata 5 anni fa, racconteremo personaggi veri e propri, aneddoti e storie dei vari territori - spiega Brunetti - , uniti per narrare, ognuno, le tradizioni della propria terra. Un modo per conoscersi, attraverso uno scambio di musiche e culture”.

“E’ il secondo anno che diamo il patrocinio a questa iniziativa - afferma il presidente della Provincia Giuseppe Paolini - ; una rassegna che ha la straordinaria capacità di unire i Comuni più piccoli del territorio. I quali, tanto quanto i grandi, hanno sempre belle storie da raccontare. Il titolo è significativo, poiché parla delle nostre terre e della loro bellezza. La faremo assaporare a tutti i partecipanti”.

 

Il programma

Venerdì 14 giugno – “Un ponte fra i popoli” a Cerasa di San Costanzo (Piazza IV Novembre). Si tratta di un progetto che il noto fisarmonicista Bardh Jakova, di Scutari, porta avanti da anni facendo suonare insieme ragazzi di etnie diverse dell’area balcanica. Al suo fianco ci sarà un suo allievo, il fanese Matteo Facchini, uno dei fondatori della band “Obelisco Nero”.

Domenica 23 giugno – “La musica: lingua universale” nel centro storico di Mondavio, a cura dell’ensemble Elisabetta Del Ferro di Pesaro (viola da gamba), Angelo Signore di Caserta (tamburi a cornice), Bardh Jakova di Scutari (fisarmonica) e Jabel Kanuteh del Gambia (kora). Quattro musicisti, quattro culture, quattro ritmi diversi che si fondono, si integrano, per dimostrarci che la musica è la lingua universale.

Sabato 29 giugno – “La scighera…” a Monte Porzio (Piazza Garibaldi), a cura della “Ciap’istess Band” di Milano: aneddoti, buona musica e tante risate.

Venerdì 5 luglio – “Anche le marionette hanno un’anima” a Stacciola di San Costanzo (Piazza Mauruzi): gli artisti di strada Francesca Montanari di San Costanzo e Yoan Degeorge di Tolosa racconteranno il mondo delle marionette e la loro esperienza in giro per l’Europa.

Sabato 13 luglio – “Pizza e tarantella: i sapori di una terra” a Castelvecchio di Monte Porzio (Piazza XXIV Maggio). C’è chi gira con un forno a legna per preparare la pizza con i prodotti di una terra che ha propri sapori e propri ritmi: il pubblico assaggerà le specialità, tra musica e storie.

Domenica 21 luglio – “Gent d’ S’nigaja” a Monte Porzio(Piazza Garibaldi), a cura di Simone “Quilli” Tranquilli e Leonardo Barucca: due poeti, pensatori, romantici e arrabbiati, innamorati della loro Senigallia, della quale racconteranno al pubblico in modo originale.

Venerdì 26 luglio – “L’ultimo round: storie di ring, guantoni e cazzotti” a Isola del Piano (Ca’ Cecilia, Piazzetta Asta) a cura di Francesco Belfiori di Sant’Angelo in Vado che racconterà, da bravo affabulatore, la sua più grande passione: la boxe.

Mercoledì 7 agosto – “PescAmare: la marineria fanese” a San Costanzo (Piazzetta del Borghetto). Il pluripremiato regista fanese Andrea Lodovichetti presenterà il suo ultimo capolavoro, un bellissimo e commovente docufilm sulla marineria fanese.

Venerdì 23 agosto – “Racconto in concerto. La Grande Guerra: storie e canti” a Isola del Piano (Piazza Umberto I). L’associazione “Strade Note” di Padova proporrà un viaggio struggente tra miserie e sacrifici dei ragazzi della Grande Guerra.

Sabato 24 agosto – “Atmosfere dal Mississippi al Brenta” a Sant'Andrea di Suasa (Mondavio), dove i “Blues del Brenta” di Padova proporranno un blues nostrano e scanzonato, declinato nel dialetto veneto.

Martedì 27 agosto – “Il primo Secondo: storie romagnole” a Castelvecchio di Monte Porzio (Piazza XXIV Maggio) con l’attore, giocoliere ed attento osservatore Denis Campitelli di Bertinoro (Cesena), che racconterà nella sua lingua la sua terra: la Romagna.

Alla presentazione della rassegna, questa mattina, Fabio Brunetti, il presidente della provincia Giuseppe Paolini, il vice sindaco di San Costanzo Omar Ciani, il sindaco di Monte Porzio Giovanni Breccia e il sindaco di Mondavio Mirco Zenobi.

"Sarà una manifestazione attraverso cui potremo far conoscere le tradizioni della nostra terra - la linea dei vari sindaci -, la collaborazione che ci unisce e la semplicità dell'idea, daranno ottimi risultati". Gli undici appuntamenti, tutti ad ingresso libero, con inizio alle 21.15.