L’assessore regionale Filippo Saltamartini
L’assessore regionale Filippo Saltamartini
Accelera e si amplia la campagna vaccinale nelle Marche, perché l’obiettivo è di mantenere "la posizione di testa tra le regioni in fatto di efficienza nelle somministrazioni". A dirlo è l’assessore alla sanità, Filippo Saltamartini, confermando l’annuncio di ieri, cioè che da oggi saranno aperte (dalle ore 12) le prenotazioni per i vaccini per i marchigiani che hanno tra 60 e 64 anni– le somministrazioni partiranno da lunedì. Sempre da lunedì anche le persone con patologie non gravi (che non rientrano tra le persone estremamente vulnerabili), di età compresa tra 50 e 60 anni, potranno accedere al sito delle Poste per effettuare la prenotazione. E ripartono da lunedì anche le vaccinazioni per gli insegnanti e quelle per i cargiver. Assessore Saltamartini, oggi si apre un altro slot...

Accelera e si amplia la campagna vaccinale nelle Marche, perché l’obiettivo è di mantenere "la posizione di testa tra le regioni in fatto di efficienza nelle somministrazioni". A dirlo è l’assessore alla sanità, Filippo Saltamartini, confermando l’annuncio di ieri, cioè che da oggi saranno aperte (dalle ore 12) le prenotazioni per i vaccini per i marchigiani che hanno tra 60 e 64 anni– le somministrazioni partiranno da lunedì. Sempre da lunedì anche le persone con patologie non gravi (che non rientrano tra le persone estremamente vulnerabili), di età compresa tra 50 e 60 anni, potranno accedere al sito delle Poste per effettuare la prenotazione. E ripartono da lunedì anche le vaccinazioni per gli insegnanti e quelle per i cargiver.

Assessore Saltamartini, oggi si apre un altro slot importate della campagna vaccinale, quante persone contate che si potranno prenotare?

"Pensiamo a una platea di circa 25mila persone. La popolazione complessiva, infatti, tra 60 e 64 anni è di oltre 50mila persone, ma molte di queste sono già state vaccinate, perché rientrano nella categoria degli insegnanti, dei dipendenti pubblici o dei fragili. Lunedì, inoltre, apriremo anche le prenotazioni per chi ha tra 50 e 60 anni e presenta delle patologie, ma non così gravi da essere inseriti nella categoria degli estremamente vulnerabili"

Per quanto riguarda i caregiver, invece, a che punto siamo?

"Le vaccinazioni sono già iniziate e sono state somministrate dosi a 1.715 persone. Si sono creati, però, alcuni fraintendimenti, perché i caregiver hanno la stessa priorità dei loro assistiti e si devono prenotare non sul sito delle Poste, ma in quello della Regione. Per questo, è capitato che persone abbiano chiamato le Poste per chiedere della loro prenotazione e si siano sentiti rispondere che non erano nemmeno in lista. Invece, in lista ci sono, ma devono prenotarsi sul sito delle Regione Marche. Una volta prenotati, la Regione li ha smistati a seconda degli enti che hanno in carico i loro assistiti, quindi ai distretti, agli ospedali, ai medici di famiglia e così via. In questa settimana la vaccinazione dei caregiver non è proseguita, perché avevamo soltanto le dosi per i richiami, ma la prossima settimana ricominciamo e contiamo di completare dunque la platea dei caregiver entro il 20-25 maggio".

Dopo lo stop riprendono anche gli insegnanti?

"Sì, da lunedì ripartiamo anche con loro e chi si è già prenotato, non deve dunque rifare la chiamata. Dobbiamo vaccinarne ancora 6mila".

E poi da giugno?

"Alle fine di questo mese dovremo avere coperto le persone con più di 60 anni, i caregiver, i familiari dei disabili e le persone più esposte. Da giugno, quindi, quando dovrebbero arrivare tra le 400 e le 500mila dosi, avremo la possibilità di aprire anche alla fascia 50-60 anni che non presenta patologie, ma anche di portare le dosi sui territori, nelle fabbriche, nelle aziende".

Rimane ancora da concludere la vaccinazione degli over 80 con problemi di mobilità, che non si sono prenotati direttamente o non hanno ancora ricevuto la visita dei medici di base. Si tratterebbe di sette-ottomila anziani ancora da raggiungere e la Regione si sta organizzando per farlo al più presto. Mentre la fascia d’età dei settantenni ha nel frattempo già raggiunto il 75% di vaccinazioni. Mentre la fascia d’età 65-69 anni ha già superato l’85% della percentuale di vaccinati.

Da oggi (ore 12), quindi, chi ha tra 60 e 64 anni può iniziare a prenotare la vaccinazione. Oltre ai tradizionali mezzi che abbiamo iniziato a conoscere in questi mesi – il sito delle Poste, il numero verde 800.009966 (attivo dal lunedì alla domenica, dalle 9 alle 20), i postamat e i portalettere – la Regione Marche ha attivato anche il servizio di sms. Scrivendo un messaggio con il proprio codice fiscale al numero 339.9903947, infatti, entro 48 o 72 ore si sarà ricontattati dal servizio clienti di Poste Italiane, per procedere poi telefonicamente alla scelta del luogo e data, per l’appuntamento.