Pesaro, 28 marzo 2017 - Mattinata intensa ieri in via Passeri, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, per la presentazione della serie Due minuti di storia pubblicata sul nostro sito. Gli studenti del liceo scientifico Marconi non hanno perso l’occasione di intervistare Andrea Cangini, direttore del Qn - il Resto del Carlino – intervenuto insieme a Stefania Dal Rio, direttore immagine e comunicazione Monrif Group – per il debutto sul portale on line delle prime due puntate di una serie di quindici che accompagnerà i lettori fino all’estate.

E non solo. Dopo aver avuto un saggio delle interessanti scoperte che cela un territorio ricco di storia e identità come la Provincia Bella, la Dal Rio ha illustrato il cofanetto, completo di schede didattiche rivolte alle scuole medie, La storia attraverso le prime pagine de il Resto del Carlino, pubblicazione realizzata in occasione dei 130 anni della testata. L’occasione è servita per ringraziare Marcella Tinazzi, a capo dell’Ufficio scolastico provinciale per la preziosa collaborazione e per consegnare le copie agli insegnanti di lettere che hanno contribuito all’opera editoriale. Al cofanetto hanno contribuito 55 firme del giornale e un totale di 23 docenti, tra Emilia Romagna e Marche. L’apporto marchigiano è stato dato dal gruppo di diciassette docenti, tra cui insegnanti dell’Istituto comprensivo Villa San Martino, rappresentati ieri dal professore Giammarco Cecconi e insegnanti dell’Istituto comprensivo Gabicce Mare e Gradara, intervenute insieme alla preside Valeria Leonessa. A rendere vivace la mattinata, oltre ai racconti curiosi sul fenomeno piratesco che ha toccato le nostre coste fatti da Riccardo Paolo Uguccioni, presidente dell’Ente Olivieri e guida storica della serie video visibile già oggi sul portale, c’ha pensato la presenza tra il pubblico di 150 studenti. Del resto il senso ultimo della mattinata è stato quello di dare ottime ragioni per coltivare la curiosità e il desiderio di scoperta: «Conoscere è importante perché, leggere, studiare e approfondire aiuta a sviluppare il senso critico – ha detto il direttore Cangini ai giovani delle sei scuole presenti (Gaudiano, Pirandello, Olivieri, Mamiani, Mengaroni, Marconi) – senza il quale non si può essere padroni del proprio destino». 

Alle domande dei ragazzi «spietate e molto interessanti» il direttore Cangini ha risposto conquistandosi il favore della platea che dopo due ore si è sciolta, tra applausi e foto ricordo. «Già oggi sul nostro sito sono online le prime due puntate di Due minuti di storia – ha detto il giornalista Giovanni Lani, curatore insieme a Solidea Vitali Rosati della serie –: ogni lunedì una puntata nuova aggiornerà la carrellata di videoclip di circa due minuti, ricca di curiosità e approfondimenti in chiave locale». Per esempio? Dall’arrivo del telegrafo all’esplorazione dei segreti della Rocca ubaldinesca di Sassocorvaro, dall’utilizzo del passaporto in epoca pontificia, alle ragioni che resero invincibile il castello di Montecopiolo, talmente inespugnabile da essere difeso da solo 12 uomini di guardia.

All’evento, ospitato dalla Fondazione Carisp, presentato dalla giornalista Lara Ottaviani hanno partecipato i presidi Biagini, De Marchi, la vicepreside Bartozzi, Perugini, il presidente regionale dell’Anp Rossini, Lisotti, Barchiesi, Perugini; l’assessore Giuliana Ceccarelli, la presidente della Biblioteca Bobbato Simonetta Romagna; Romina Pierantoni, presidente della Comunità Montana dell’Alto Montefeltro, Lucia Ferrati dell’Amat.