Elezioni regionali Marche 2020, uno tra Acquaroli e Mangialardi sarà il nuovo presidente
Elezioni regionali Marche 2020, uno tra Acquaroli e Mangialardi sarà il nuovo presidente

Pesaro, 21 settembre 2020 - Francesco Acquaroli è avanti di ben 8 punti percentuali su Maurizio Mangialardi (video) nella provincia di Pesaro e Urbino: 47% a 39%. La sua vittoria sancisce la prima volta del centrodestra a Palazzo Raffaello. Questi i risultati delle elezioni regionali delle Marche 2020.

A livello regionale Francesco Acquaroli, candidato del centrodestra (Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Udc, Movimento per le Marche, Civitas- Civici per Acquaroli) ha conquistato il 49% dei voti. Staccato Maurizio Mangialardi, frontman del centrosinistra (Pd, Italia Viva-Psi-Demos, Marche coraggiose, Rinasci Marche, Le nostre Marche e il centro, Mangialardi presidente) con il 37%; dietro Gian Mario Mercorelli (Movimento Cinque Stelle) con  l'8%, Roberto Mancini con la civica 'Dipende da noi al 2,3%', Fabio Pasquinelli per il Partito Comunista all'1,4%, Sabrina Banzato per 'Vox Italia' allo 0,5%, Anna Rita Iannetti per il Movimento 3 V. allo 0,5%, Alessandra Contigiani per 'Riconquistare l'Italia' allo 0,1%.

"Grande rammarico per le Marche. Se il M5s avesse fatto l'alleanza, che abbiamo cercato fino all'ultimo, avremmo vinto la quarta Regione. Aspettiamo però i dati ufficiali". Così il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, con un post su Facebook commenta le prime proiezioni delle elezioni regionali marchigiane che danno Francesco Acquaroli in netto vantaggio su Maurizio Mangialardi. "Con la vittoria in Campania, Toscana e Puglia - conclude - si rafforzano Zingaretti e il Pd".

L'approfondimento Speciale Regionali - I risultati del referendum nelle Marche

 

Elezioni regionali Marche 2020, risultati della provincia di Pesaro e Urbino