Esistono gruppi Whatsapp di vicinato dove ci si segnala furti e movimento sospetti
Esistono gruppi Whatsapp di vicinato dove ci si segnala furti e movimento sospetti

Lugo (Ravenna), 7 gennaio 2019. La tempestiva e preziosa segnalazione di un cittadino facente parte di un gruppo WhatsApp di controllo del vicinato ha consentito alla Polizia di trarre in arresto, a Lugo, un 28enne (S.T. le iniziali) originario dell’Albania senza fissa dimora, per i reati di resistenza a Pubblico ufficiale, ricettazione, porto di armi ed oggetti atti ad offendere e tentato furto aggravato, in concorso.

L’episodio si è verificato la vigilia dell’Epifania, quando intorno alle 18 è giunta al 112 Numero Unico di Emergenza del Commissariato di Lugo, una chiamata da parte di un’automobilista. L’uomo riferiva di essere all’inseguimento, tra Sant’Agata sul Santerno e Lugo, di una Opel Agila di colore grigio. Vettura, come il testimone precisava, era stata segnalata come rubata in un gruppo WhatsApp di controllo del vicinato di cui faceva parte. All’operatore del Commissariato è bastata una rapida verifica per constatare come in effetti, il numero di targa fornito corrispondesse ad una Opel Agila rubata sabato mattina ad un cittadino di Lugo.

Restando in costante contatto con gli operatori della Volante, il testimone ha seguito l’auto rubata fino a via Circondario Sud. E' qui che, nonostante il tentativo da parte degli agenti di Polizia di fermarlo, il conducente ha proseguito la sua marcia urtando con lo spigolo anteriore sinistro la parte anteriore destra della vettura di servizio, per poi imboccare contromano la via Passamonti. Per loro sfortuna, i fuggitivi (come vedremo a bordo della Opel erano c’erano tre persone) si sono trovati di fronte una vettura che proveniva dal senso opposto.

A quel punto, sono balzati giù dalla Agila dileguandosi a piedi in direzioni diverse. Gli agenti li hanno inseguiti e bloccato il 28enne che era alla guida: è finito in manette. Addosso aveva anche un cacciavite a taglio di 30 centimetri.

L’uomo è stato anche arrestato per il reato di tentato furto aggravato in abitazione, in quanto i poliziotti, sulla scorta di quanto dichiarato dal testimone che aveva seguito l’auto rubata, sono riusciti ad accertare un tentativo di furto ai danni di una abitazione di Sant’Agata sul Santerno. L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Ravenna.